L'Happy Casa si affida a Walker per la corsa verso le Final Eight Basket Tutto da decidere nell'ultima di andata. Dopo aver colmato un vuoto, Brindisi riaccende le speranze di Coppa di Antonio RODI BRINDISI - Bisognerà battere l'Aquila Trento per avere la certezza matematica di aver strappato il pass per le Final Eight di Coppa Italia. Altrimenti bisognerà affidarsi alla classifica avulsa per sperare di essere tra le magnifiche otto che dal 14 al 17 febbraio prossimi, nel Mandela Forum di Firenze, si giocheranno il secondo trofeo della stagione. A Trento la Happy Casa ci arriverà con una nuova freccia nel suo arco, ossia quel Devondrick Walker che, dopo l'infortunio di Wes Clark (il playmaker statunitense tornerà nel gruppo agli inizi di marzo), completa di fatto il reparto piccoli a disposizione di coach Frank Vitucci. Una guardia/ala che ha tra le sue peculiarità quella di essere un buon tiratore e realizzatore, un aggiunta importante perché, tra l'altro, si tratta di un giocatore eclettico, che può benissimo alternarsi nelle posizioni di guardia ed ala piccola. L'assenza di Clark ha sicuramente tolto fosforo, nonché una certa imprevedibilità all'attacco biancazzurro, ma pure le percentuali da dietro l'arco ne hanno risentito oltre misura tanto da diventare in talune circostanze anche imbarazzanti. Il 6/28 di domenica scorsa contro Avellino ne è una riprova, così come il 6/24 timbrato, sempre in casa, contro Cremona, oppure il 5/20 contro la Virtus Bologna, solo per citare tre delle ultime quattro partite disputate. In totale, dopo 14 giornate di campionato, Banks e compagni viaggiano con il 30,1% da 3, la seconda peggior percentuale di tutto il campionato dopo quella di Pesaro (29%). L'auspicio, quindi, è che l'arrivo di Devondrick Walker, oltre ad allungare le rotazioni, possa dare anche maggiore imprevedibilità e pericolosità dalla linea dei 6 metri e 75, visto la grande fatica fatta sinora. Final Eight - La Happy Casa arriva all'appuntamento di domenica sui legni della "Bini Group Arena" di Trento con il chiaro intento di giocarsi fino in fondo le sue chance. L'impresa non è delle più semplici, ma la formazione biancazzurra ha l'obbligo di provarci. A 40' dal termine del girone d'andata restano in ballo appena tre posti visto che Milano, Avellino, Venezia, Varese e Cremona il biglietto ce l'hanno già in tasca. Il resto è una grande ammucchiata con ben cinque squadre racchiuse in soli due punti, con Sassari, Brindisi, Bologna e Trieste che, a quota 14, sopravanzano di due lunghezze proprio l'Aquila Trento. Uno stato di cose incerto ed una corsa che rimane più che aperta. Per un posto dal sesto all' ottavo posto ci sono cinque concorrenti e una di queste è, appunto. Brindisi. Riuscirà la "banda Vitucci" a tagliare il traguardo? Le speranze di vedere i biancazzurri protagonisti della manifestazione che lo scorso anno ha incoronato Torino non sono poche ed i biancazzurri sono interamente padroni del proprio destino in un match con- tro Trento che ha tutto il sapore dello spareggio. Caso Avellino - Nella giornata di ieri l'ad della Scando-ne Avellino Gianadrea De Cesare ed il presidente Giuseppe Sampietro sono stati ascolti dalla Procura Federale Fip in merito alle presunte irregolarità circa il tesseramento del lungo Patrie Young. Ancora nulla di definitivo in merito alla questione, ma sembra difficile che al club irpino possa essere contestata la frode sportiva punibile con una penalizzazione in classifica. La Scan-done potrebbe invece andare incontro solo e soltanto ad una sanzione amministrativa. Tra martedì e venerdì prossimi, il nodo verrà sciolto. "Brindisi Vola a canestro" - E convocata per oggi (ore 20, PalaPentassuglia) l'assemblea ordinaria deh'associazione Brindisi vola a canestro. «Ci ritroveremo, come ogni inizio anno», ha detto il segretario Franco Tornei nel presentare l'appuntamento, «per stilare i programmi futuri». Devondrik Walker, il nuovo acquisto dell'Happy Casa Basket Brindisi in una foto d'archivio. Sopra, un time out dei biancazzurri