OriOra: speranze salvezza ridotte al minimo dopo la sconfitta con il Torino Brucia forte la sconfitta col Torino Svanisce il sogno della salvezza OriOra «Alla squadra mancano la rabbia agonistica e l'anima del combattente» Maurizio Innocenti A TENERE ancora in vita Pistoia c'è rimasta solo la matematica anche se si tratta di un filo sottile, quasi trasparente. La OriOra con la sconfitta contro Torino si è giocata le ultime chance di salvezza, dopo aver bruciato quelle contro Pesaro e Reggio Emilia. Il calendario dice che mancano 4 partite alla fine del campionato per cui in palio ci sono 8 punti e Pistoia dovrebbe farne almeno 6 per sperare di rimanere in serie A, ma una squadra che fino ad ora sul campo ha collezionato 5 vittorie e 21 sconfìtte è difficile da credere che possa vincere 3 partite su 4 per ciò che dimostra in campo. Contro Torino, se mai ce ne fosse stato bi- sogno, è arrivata la conferma definitiva che questa squadra non ha i mezzi e le caratteristiche per potersi salvare. Il tasso tecnico, escluso Tony Mit-chell, è decisamente basso se poi, come ha dichiarato Paolo Moretti confermando di fatto quanto già aveva espresso il suo predecessore Alessandro Ramagli, la squadra non ha neppure nelle proprie corde la rabbia agonistica e l'anima del combattente diventa impossibile pensare che possa salvarsi. Contro Torino è stato il canto del cigno, tutte le speranze, o forse sarebbe meglio dire le illusioni, che erano nate dopo la partita di Bologna si sono sciolte come neve al sole. Il cambiamento tanto atteso e sognato non c'è stato e la sensazione è che Bologna sia stata la classi- ca partita post cambio allenatore e nulla più. Contro Torino si è rivista la solita squadra molle in difesa e confusionaria in attacco, senza una logica nella costruzione del gioco che come sempre si è risolto in «palla a Mitchell». Così l'ultimo treno è passato e Pistoia non è riuscita a salirci sopra e adesso è veramente difficile se non impossibile pensare di salire su quelli che rimangono perchè pur non essendo dei Frecciarossa, non sono neppure delle littorine e tenendo conto che Pistoia ha una velocità e una forza di reattività pari a zero pensare che possa compiere un balzo e montarci sopra è qualcosa che va al di là della semplice immaginazione. Mancano quattro partite al- la fine della stagione e se non dovessero servire per raggiungere la salvezza, almeno che servano per salvare la faccia. I pronostici Quattro partite alla fine: Pistoia dovrebbe fare almeno 6 punti per restare in serie A LA ORIORA CON LA SCONFITTA CONTRO IL TORINO SI E' GIOCATA LE ULTIME CHANCE DI SALVEZZA: COLLEZIONATE FINORA 5 VITTORIE E 21 SCONFITTE TIFOSI Sostegno alla squadra e spalti gremiti durante la partita