BASKET SERIE A LL LA CHAMPIONS A PALAZZO D'ACCURSIO DJORDJEVIC IN BIANCONERO VOLEVO ALLENARE A BOLOGNA SONO UNA PERSONA AMBIZIOSA QUA CI SONO STORIA E TRADIZIONI VINCENTI Applausi, sorrisi e torta: «Orgogliosi della Virtus» In Comune Pillati e Lepore ricevono i bianconeri Alessandro Gallo ¦ Bologna CLIMA di festa a Palazzo d'Accursio. Ma è una festa con una punta (giusta) di nostalgia. C'è la Virtus nella Sala Rossa intitolata a Maurizio Cevenini (grande tifoso rossoblu e della V nera) e il vice sindaco Marilena Pillati si commuove ricordando la figura di Alberto Bucci. «Sono felice ed emozionata - dice il vice sindaco -. Anche perché oggi è il mio compleanno e questo è L'assessore allo sport «Siamo abituati a celebrare tanti successi: la V nera porta sempre coppe... più grandi» regalo insperato. Mi piace ricordare la figura di Alberto Bucci, che abbiamo salutato poco tempo fa. Voglio ricordarlo con il sorriso che ci portò in dono nel giugno 2017, dopo aver riportato la Virtus in serie A». L'assessore allo sport Matteo Le- pore dona a Sale Djordjevic una maglia «Be Europe», ricordando come Bologna ospiterà gli Europei. E, indossando a sua volta una t-shirt celebrativa della conquista della Champions League, si conceder anche una battuta. «In questa sala celebriamo felici i trionfi delle squadre della città. Devo dire però che quando la Virtus è venuta qua ha sempre portato coppe più grandi del normale». CE' IL DISCORSO del vice presidente Giuseppe Sermasi che non dimentica Bucci, ricordando come questo trofeo, che unisce idealmente le semifinali di due anni fa di Casale Monferrato con Anversa, fosse un sogno di Alberto, che voleva una Virtus nuovamente protagonista anche in Europa. C'è il taglio della torta, prima del brindisi - con un tappo che vola in cielo rischiando di scheggiare il prezioso e pesante lampadario -e delle parole di capitan Aradori. «Ottanta minuti da favola- dice-senza mai essere in svantaggio. Mi resta un po' d'amaro in bocca GIOÌ/ La Virtus in Sala Rossa e, sopra, il taglio della torta tra Aradori e Lepore (Schicchi) perché non disputeremo i playoff. Ma l'entusiasmo della gente dopo la conquista della coppa ci ripaga di tutto. Orgoglioso di essere il capitano di questa Virtus e della Nazionale che ha conquistato l'accesso al Mondiale». E mentre Luca Baraldi assicura che si cercherà di proseguire nella continuità, dopo aver elogiato il pubblico - «il più bello del basket italiano e per questo merita di essere gratificato» - ecco Sale Djordjevic. «Una grande vittoria. Ci voleva per la città e per onorare la memoria di Alberto Bucci. Sono arrivati i complimenti ufficiali di Dani-lovic e quelli privati, perché noi due siamo grandi amici, molto legati e so quello che lui significa per la Virtus. Se in passato mi sarei immaginato su questa panchina? Certamente. Sono una persona ambiziosa, questa è una grande società e una grande squadra». Che domenica sera, in occasione dell'ultima gara di campionato, porterà in scena la «Champions Night» con ulteriori festeggiamenti. © RIPRODUZIONE RISERVATA