Basket, serie A Domani ultimo atto della deludente stagione contro Venezia Brescia chiude pensando al mercato Brescia SETTIMANA di avvenimenti per la Leonessa Brescia, che domani alle ore 20.45 al Ta-liercio di Venezia chiuderà una stagione al di sotto delle aspettative, considerato che la squadra non è riuscita a centrare l'obiettivo playoff. MARTEDÌ la scomparsa del grande Arnaldo Taurisano ha commosso un ambiente fortemente legato alle sue radici. Il milanese classe 1933 fu coach della promozione in Al nella stagione 1984-1985, e nel bresciano ha trascorso gli ultimi anni della sua esistenza. Dopo la camera ardente allestita presso la casa di riposo per anziani di Be-dizzole, i funerali si sono svolti a Polpenaz-ze con grande partecipazione. INTANTO, da martedì la squadra di Andrea Diana è tornata al lavoro. Unico assente Marco Ceron, che lavora in vista del raduno di agosto nonostante l'imminente secondo intervento alla testa. In attesa dell'ultimo atto (Venezia recupera De Nicolao ma rinuncia a Biligha), il mercato tiene banco. Il club dovrà giocoforza rivoluzionare il pacchetto stranieri ripartendo dal solo David Moss, sotto contratto come Luca Vitali e Brian Sacchetti. Tommaso Laquinta-na e Andrea Zerini hanno opzione a favore della società per la prossima stagione (traspare fiducia dall'entourage del play di Monopoli per la riconferma), mentre Awudu Abass potrebbe uscire dall'accordo sino al 30 giugno 2020 in caso di opportunità in DESTINO INCERTO Andrea Diana una competizione europea di primo livello. LA VIRTUS Bologna, interessata, parteciperà ancora alla Champions League dopo il trionfo di Anversa, e allora fondamentale diventa la potenziale wild card bresciana in EuroCup. Patron Matteo Bonetti lavora da tempo all'opportunità, e il grande risalto all'evento finale di «One Team» svoltosi in settimana va letto in tal senso. E ANDREA Diana? Il contratto è in scadenza 30 giugno 2020, ma la posizione del coach livornese verrà considerata solo da settimana prossima, una volta stilato il budget per la stagione 2019-2020. L'ombra di Frank Vinteci aleggia sempre, minacciosa. Alessandro Luigi Maggi