BASKET DOMENICO LATAGLIATA Auxilium retrocessa Ora il futuro fa ancora più paura P.73 LA FEDERAZIONE CONFERMA GLI OTTO PUNTI DI PENALITÀ L'Auxilium ora è retrocessa e vicina a sparire dal basket Per avere un futuro in serie A (anche A2) mancano tutti i presupposti DOMENICO LATAGLIATA Non erano previste sorprese e infatti non ne sono arrivate. Il Consiglio della Federazione Italiana Pallacanestro, riunitosi ieri, «all'esito delle verifiche ispettive poste in essere dalla Comtec, ha applicato otto punti di penalizzazione da scontarsi nel campionato in corso, nonché due punti di penalizzazione da scontarsi nel campionato 2019/2020, alla società Auxilium Torino. E' stato inoltre dato mandato al Presidente Federale di valutare le possibilità, rispettando i regolamenti, dell'inserimento dell'Auxilium Torino, nei campionati nazionali nella prossima stagione». Retrocessione, quindi. Dal momento che manca una sola giornata al termine della stagione regolare (domani, al Vela, ore 20,45) e che a questo punto le lunghezze di ritardo rispetto a Pistoia sono diventate quattro. Del resto, non ci si aspettava altro: la mazzata era arrivata lunedì pomeriggio, quando erano diventate note le irregolarità amministrative riscontrate dalla Comtec e le successive proposte: Torino, insomma, domani saluterà la serie A della palla a spicchi e manderà in archivio una stagione folle. In attesa poi di capire davvero quello che potrà accadere: lunedì Terzolo e Fei-ra - rispettivamente patron di Pms e amministratore unico dell'attuale Auxilium - incontreranno intanto per la seconda volta la sindaca Appendino sperando di riscontrarne la stessa disponibilità mostrata pochi giorni or sono. Dopo di che, bisognerà capire quale strada intraprendere: sparito Gerasimenko e rimanendo un buco di circa due milioni per coprire tutti i debiti, la società potrebbe realisticamente entro la fine della prossima settimana presentare istanza di fallimento. I ricorsi rimarrebbero ovviamente in piedi, ma a quel punto la storia dell'Auxilium sarebbe giunta al capolinea. Sempre che, ovviamente, Forni non si renda protagonista dell'ennesimo colpo di scena sanando tutto il sanabile: impossibile, almeno a oggi. Il comunicato Fip lascia peraltro aperto uno spiraglio, dando mandato al presidente Petrucci di valutare un possibile inserimento dell'Auxilium nei campionati nazionali nella prossima stagione. Sepoil'Au-xilium, in quanto fallita, non ci sarà, a ripartire proverà il progetto «Una Mole di Basket». A seconda della forza economica che saprà darsi, potrà a quel punto proporsi in Federazione per chiedere di poter essere ammessa - con una nuova ragione sociale - in una categoria piuttosto che un'altra: se fosse A2, ci sarebbe quasi da stappare spumante e anche di buona qualità. «Un progetto che copra serie B maschile, A2 femminile e cinque-sei squadre di Eccellenza prevede un budget di un milione e centomila euro - così Terzolo -. Per immaginare 1A2, bisognerebbe aggiungere ancora mezzo milione». Si vedrà. TORINO Ovai, una stìda vinta che place agli editori del Salone del libro