Basket, Sene A Corsa ai playoff Varese e Cantù ultima chiamata SERVIZI All'interno Tutto in una notte Match da non sbagliare rispettivamente con Bologna e Sassari Spareggi, a Varese e Cantù servono due punti Coach Brienza scalpita «Il nostro futuro dipenderà tutto da questa partita» TENSIONE Nicola Brienza chiede concentrazione contro Sassari VINCERE per non dover attendere i risultati altrui ed entrare tra le otto che si giocheranno i playoff. Un intento che unisce le rivari Openjobmetis Varese e Acqua San Bernardo Cantù, entrambe però dovranno raccogliere due punti nell'ultima trasferta proposta dal calendario di stagione regolare. I biancorossi andranno a far visita ad una «tranquilla» Virtus Bologna, fuori dai giochi ma che proprio all'andata giustizio con una delle sue migliori performance Varese a Masnago. SUONA la carica capitan Ferrerò: «ci attende una grande partita che disputeremo su un campo estremamente difficile dove la Virtus proverà a festeggiare la recente vittoria in Champions League celebrando il trofeo davanti al proprio pubblico. Noi abbiamo l'obiettivo di continuare la nostra stagione e per farlo dovremo essere bravi fin da subito a mettere in campo tutta la nostra energia in ogni possesso e su ogni pallone per provare a fare qualcosa di grande». Varese aveva messo in seria discussione la qualificazione alla post season proprio dopo il derby perso a Desio con Cantù, da lì servivano tre vittorie per essere certi della qualificazione, dopo Pistoia e Pesaro i due punti in palio permetterebbero anche di difendere l'attuale sesta posizione. Chi in questa stagione ha dovuto pensare più alla salvezza sportiva, e della società dopo l'affaire Gerasimenko. Nicola Brienza non vede l'ora di affrontare Sassari e provare a coronare quello che fino a pochi mesi fa era solo un sogno: «Finalmente arriviamo a giocarci questa partita, consapevoli di aver fatto tanti sacrifici per arrivare fino a questo punto. A tal proposito vogliamo giocarcela fino in fondo. Andare ai playoff sarebbe quel di più che renderebbe la stagione, già di per sé molto buona, davvero memorabile». SULLA STRADA dei canturini una squadra decisamente in palla come la Sassari di Pozzecco. «L'accesso o meno ai playoff passerà da questa partita - spiega il coach dei brianzoli-. Affronteremo una squadra di grandissimo valore, in primis sotto al profilo tecnico perché, onestamente, hanno giocatori di grande qualità. E poi, a seguire, il fatto che a loro tutte queste vittorie hanno portato sicuramente grande sicurezza nei propri mezzi. È una formazione che può contare su individualità importanti da parte degli americani. Tuttavia, con l'arrivo di Gianmarco Pozzecco in panchina anche gli italiani hanno saputo prendersi una bella fetta di responsabilità». Mattia Boria