LarinascitaconPozzecco E il contributo dì 3 italiani L'avversaria Con il cambio in panchina la Dinamo ha cambiato passo Preziosi gli apporti di Spissu, Polonora e Gentile Con l'avvento in panchina di Gianmarco Pozzecco, il Banco di Sardegna ha cambiato registro. Migliorando partita dopo partita e tornando a essere quella squadra di livello con cui si presentava al via del campionato. In particolare, stanno mostrando una crescita costante i tre italiani che pur partendo dalla panchina finiscono per ritagliarsi minuti importanti. A cominciare dalle 27enne ala grande Achille Polonara, che sta sul parquet 21' di mediaproducen-do quasi 10 punti e aggiungendo 5.6 rimbalzi. Per proseguire con l'ex canturino Stefano Gentile che in campo ci sta 19' a partita segnalandosi con un decisamente interessante 42% di realizzazione delle triple. Per concludere con Marco Spissu, 24 anni, 17 minuti sul legno durante i quali alterna il mettersi in proprio con il porsi a disposizione dei compagni ricoprendo il ruolo di playmaker. Pdf erito degli italiani più incisivi, non si può ovviamente tralasciare di accennare all'interessante "parco stranieri". Da Jai-me Smith - altro ex brianzolo -con 14.4 punti e il 40% da 3 a Justin Carter che trova più spazio con Tyrus McGee fuori dai giochi; da Dyshawn Pierre (15 punti di media nelle ultime 8 vittorie di fila), tatticamente non semplice da decifrare a Rashawn Thomas transitato dai 10.3 punti di media realizzati sotto la gestione Esposito, ai 16.8 con Pozzecco; per chiudere con Jack Cooley, pivot "old style" in grado di abbinare 9 rimbalzi ai 14.3 punti di media.