BASKET DOMENICO LATAGLIATA In tremila al PalaVela per l'addio all'Auxilium P.57 BASKET: ULTIMA GIORNATA DI SERIE Al (ORE 20,45) Tremila tifosi al palaVela per dire addio all'Auxilium La sfida con Pesaro è inutile, i gialloblù sono retrocessi e senza futuro il calore del tifosi non è mal mancato In tutta la stagione DOMENICO LATAGLIATA Titoli di coda. Per l'Auxilium Fiat, arrivata all'ultima giornata di campionato con la certezza di essere retrocessa. Per colpe societarie e non dei giocatori, i quali in realtà avevano già raggiunto la salvezza e stasera, contro Pesaro (ore 20,45, Vela), si sarebbero goduti un traguardo centrato con merito al termine di una stagione folle. Invece, come sanno (non solo) gli appassionati di palla a spicchi, la corsa è finita: in settimana la Fip ha ufficializzato gli otto punti di penalizzazione per irregolari- tà fiscali facendo precipitare i gialloblù all'ultimo posto, rendendo inutili gli ultimi quaranta minuti dal momento che sono quattro le lunghezze che separano Torino da Pistoia. Tenuto conto che anche Pesaro non ha più nulla da chiedere al campionato, di fronte ai duemila abbonati e agli oltre mille tifosi che hanno acquistato il biglietto in prevendita, andrà in scena quindi un'amichevole e nulla più. In un Vela che lo scorso ottobre era diventato la nuova casa dell'Auxilium, con la 'leggenda' Larry Brown in panchina, l'Eurocup da disputare e uno sponsor come Fiat che pareva pronto a ragionare sulla prosecuzione del rapporto. Come non detto, ecco: Forni (tuttora presidente) ha smesso di mettere soldi, suo figlio Francesco ha litigato con il mondo, il contratto con Brown è stato risolto e la coppia Gal-biati-Comazzi è stata ammirevole nel pilotare la squadra verso la salvezza. In un clima sempre più surreale, con la società in vendita che non riusciva a essere ceduta e, infine, con il cataclisma Gerasimenko che ha provocato l'espulsione dalla Lega Basket cui è seguita l'ispezione Comtec con successiva penalizzazione. Dopo quattro stagioni nella massima serie, la Torino del basket dovrà quindi fare un passo indietro. E, salvo colpi di scena clamorosi, proverà a ripartire (da quale categoria ancora non si sa) con una nuova compagine societaria che farà capo a Paolo Terzolo e Fabrizio Cellino, rispettivamente patron di Pms e uomo di riferimento della Crocetta. Difficilmente la nuova creatura si chiamerà Au-xilium, marchio che già nel 1995 aveva subito l'autoretro-cessione dalla serie A2 alla B: uno scempio come questo certo non lo meritava.