A Bologna Non basta la grande prova del serbo Varese, ko che pesa in casa della Virtus nonostante Avramovic Bologna Varese (17-19; 45-37; 67-59) BOLOGNA: Punter8, Martin 6, Moreira 11, Pajola 3, Taylor 17, Baldi Rossi 2, Cappelletti ne, Qvale 9, Aradori 10, Berti, M'Baye 15, Cournooh 3. Allenatore: Djordjevic. VARESE: Archie 3, Avramovic 30, Gatto ne, lan-nuzzi, Natali ne, Salumu 11, Scrubb 9, Verri ne, Tambone 0, Cain 10, Ferrerò 2, Moore 8. Allenatore: Caja. Arbitri: Rossi, Weid-mann, Galasso. Mattia Boria Bologna PER VARESE è fatale il Pa-ladozza. L'Openjobmetis aveva buone chance di qualificarsi ai playoff nonostante la classifica, ed invece T84-72 con sui cede alla Virtus Bologna coincide con la vittoria della Dolomiti Energia Trentino in quel di Brindisi. Una doccia fredda, e biancorossi co- stretti a salutare l'accesso alla post season all'ultima gara. La squadra di Attilio Caja è così la prima squadra delle escluse, fatali tra le altre le due performance contro le V nere, anch'esse ad annata finita, ma che hanno giocato due delle migliori prestazioni stagionali proprio contro i varesini. Ài titoli di coda anche la carriera di Aleksa Avramovic in maglia biancoros-sa, a posteriori ha il sapore del giusto commiato la gara con cui il serbo chiude con 30 vani punti. L'Openjobmetis ha trovato una squadra semplicemente più meritevole di lei sul suo cammino, Bologna ha infatti onorato il suo impegno con un maiuscolo 20/29 da 2, in cui spicca il 7/9 di Taylor. Sentenze che hanno costretto, negli ultimi minuti di un quarto periodo che vedeva l'epilogo ormai deciso, la ricerca spasmodica di buone notizie dagli altri, speranza disattesa. Varese chiude ad un passo dal centrare l'obbiettivo playoff, nel triste remake di quanto capitato in Coppa, in cui l'eliminazione è arrivata in semifinale.