LA SITUAZIONE Nella volata al fotofinish entrano nella griglia anche Trento e Avellino TRIESTE. Quaranta minuti ricchi di sorpassi e controsorpassi, un'altalena di sensazioni ed emozioni che hanno tenuto con il fiato sospeso i tifosi delle squadre in lotta per i play-off. Alle spalle delle già qualificate Milano, Cremona, Venezia, Brindisi e Sassari, erano in cinque a giocarsi una stagione. Tre i posti disponibili nella griglia, alla fine l'hanno spuntata Trento, Trieste e Avellino con Varese (nona) e Cantù (decima) punite dalla classifica avulsa. Il colpaccio lo fa Trento che passa sul difficile parquet del palaPentassuglia compiendo un autentico capolavoro. Partita in equilibrio, decisa nel finale quando, piùdiMarble (17),Hoguee Gomes (14 a testa) la differenza l'hanno fatta gli italiani. E allora spazio al cuore di Flaccadori e capitan For-ray, firme d'autore per la gioia di coach Buscaglia in un finale che recita 81-76 per Trento. Dentro proprio in extremis anche Avellino che soffre nel primo tempo ma alla lunga impone le sue maggiori motivazioni a una già tranquilla Pistoia. Sono di Sykes (22) e Har-per (21) le firme sull'88-73 che manda gli irpini alla post season. Beffata, invece, Cantù che ci crede a lungo, sogna di interrompere l'infinita striscia positiva di Sassari ma viene punita, proprio in volata, da una Dinamo che non sa davvero cosa vuol dire perdere. Sedicesima consecutiva per la truppa di Gianmarco Pozzecco che raggiunge e supera grazie agli scontri diretti Brindisi e potrà godere del fattore campo nel primo turno dei play-off. Onore delle armi a una grande Cantù che mette a lungo in difficoltà i sardi. Brianzoli avanti 66-61 alla fine del terzo periodo con Gaines (25) e Jefferson (24) a trascinare la loro squadra. Ci pensa il solito Cooley (19) oltre a un efficace Polonara (17) a propiziare i canestri che completano la rimonta e sanciscono l'87-81 finale. Niente da fare neanche per Varese ma i lombardi recriminano senza dubbio meno visto che a Bologna non hanno praticamente mai messo la testa avanti. La Se-gafredo festeggia la coppa europea assieme ai suoi tifosi con Taylor (17) miglior realizzatore. Nell'84-73 finale non bastano a Caja i 30 punti di un ottimo Avramo-vic. Completano la giornata i successi di Venezia con Brescia (86-70) di Reggio Emilia con Cremona (82-81) e di Torino con Pesaro (93-71). Lorenzo Gatto