NELLA PANCIA DEL PALAVELA "Nessuno ha pensato a noi i soli a metterci il cuore" ANDREAJOLY Un'accoglienza polemica annunciata quella del palazzo per l'ultima partita in Al della Auxilium Torino, senza ancora sapere cosa riserva il futuro. Con un presente che racconta di una tifoseria gialloblù ferita, a partire dall'esterno del PalaVela. I cori e gli striscioni ai cancelli sono tutti dedicati alla dirigenza: «Ma quali imprenditori solo pagliacci e traditori» e «Non paghi i dipendenti chiami noi pezzenti?» sono le scritte prima della partita, un assaggio di quello che accadrà in curva. Dove i tifosi non riescono a nascondere la delusione: per la società, le istituzioni e gli investitori assenti all'appello, con solo la squadra a salvarsi. «Ora si retrocede, è già successo - racconta Lorenzo Silvestro, ab- bonato da sempre - ma questa volta è stato tutto più drammatico. Colpa dell'incapacità dirigenziale, tra passi più lunghi della gamba e deleghe a persone incompetenti. Un giocattolo familiare portato alla deriva». E a farne le spese sono soprattutto i tifosi storici come Maria Barbara Gullo: «Seguiamo la squadra da 30 anni, siamo qui per la maglia. Il disinteresse degli industriali e della città è stato vergognoso, una mancanza di rispetto per chi gioca e chi ci ha sempre messo il cuore». Per Massimo Brogliera e Silvio Maiali, la passione per la palla a spicchi da sempre e l'abbonamento nei distinti da due anni, la critica è soprattutto al modo con cui si è gestita l'annata del disastro: «Non hanno pensato a noi tifosi, prendendoci in giro con un'escalation di informazioni sempre più oscure. All'inizio non sembrava potessimo arrivare a questo punto, e soprattutto si sperava che la città potesse intervenire. Ora invece bisogna sperare di ripartire più in alto possibile, questa volta con una società più solida». Magari dalla A2 come spera, insieme agli altri, Federico Salcone, giovane giocatore di Serie D all'ultimo saluto alla squadra che ha tifato diventando grande. E che si concentra sul domani: «Ora bisogna pensare al futuro dopo la delusione. Ringraziando squadra e coach Gal-biati che ha dato tutto nonostante le condizioni in cui ha dovuto lavorare dal primo all'ultimo giorno».  © BY NO |\|D AL CHIMI DIRITTI RISERVATI COWWS6 ,, A AtLSTM MASSIMO BROGLIERA ® Vi FEDERICO SALCONE m Ci siamo sentiti presi in giro, speriamo di ripartire ma serve un club più solido Intervenga la città Ora bisogna pensare al futuro dopo la delusione. Ringraziando team e coach Galbiati SI'OU'I' Àiìxiiiìiiii. addio tra gli applausi di Smìla fan