BASKET SERIE A PROVA D'ORGOGLIO IN CAMPIONATO LA PRESTAZIONE DI IERI RAFFORZA GLI INTERROGATIVI SULLE POTENZIALITÀ INESPRESSE DI QUESTA SQUADRA IL PROSSIMO ANNO SI PUNTERÀ SU CHILI E CENTIMETRI La Virtus rigenerata saluta a testa alta Finale di stagione Varese piegata: è fuori dai playoff. Da oggi parte la rivoluzione bianconera AUTOSTIMA Yanick Moreira convincente e concreto (Schicchi) Virtus Bologna Varese SEGAFREDO BOLOGNA: Punter 8, Martin 6, Moreira 11, Pajola 3, Taylor 13, Baldi Rossi 2, Cappelletti, Aradori 10, Berti, M'Baye 15, Cour-nooh 3, Qvale 9. Ali. Djordjevic. OPENJOBMATIS VARESE: Archie 3, Avramovic 30, Gatto ne, lannuzzi, Natali ne, Salumu 11, Scrubb 8, Verri ne, Tambone, Cain 10, Ferrerò 2, Moore 8. Ali. Caja. Arbitri: Rossi, Weidmann, Galasso. Note: parziali 17-19; 45-37; 67-59. Tiri da due: Virtus Bologna 20/29; Varese 17/38. Tiri da tre: 9/27; 9/25. Tiri liberi: 17/25; 11/21. Rimbalzi: 39; 28.________________________ Massimo Selleri ¦ Bologna MISSIONE compiuta per la Virtus che voleva congedarsi dal suo pubblico con una vittoria pur sapendo che non sarebbe andata ai playoff. Probabilmente nei piani dell'allenatore bianconero Sasha Djordjevic c'è un po' più difesa e qualche scelta un po' più ragionata in attacco. Ma siamo all'ultima di campionato e la squadra la si può lasciare con le briglie più sciolte anche per avere cifre migliori quando partirà il mercato estivo. Che da oggi parta una mezza rivoluzione è qualcosa di inevitabile vista anche la filosofìa del tecnico serbo che predilige le squadre con chili e centimetri rispetto a quelle che magari fanno dell'agilità e della rapidità la loro arma migliore. RISPETTANDO questo criterio i primi tre obiettivi per la prossima stagione sono il prolungamento del contratto di Pietro Aradori, che comunque è già titolare di un accordo anche per il 2019/20, la conferma di Filippo Baldi Rossi e la permanenza di Alessandro Pa- jola che probabilmente passerà l'estate a sudare all'Arcoveggio. Scontato che si adotterà la formula del 6+6, dato che si disputerà anche la Champions League, poi si lavorerà per completare lo scheletro italiano. In ogni caso è sorprendente come il coach della Se-gafredo trovi le energie per dare indicazioni a Brian Qvale pur sapendo che la gara vale poco o niente e che il centro americano non rientra nei progetti della società. E' un aspetto che va oltre la professionalità e la domanda che fa rabbia, ma che rimane senza risposta è dove sarebbe potuta arrivare questa squadra se fin dal primo giorno tutti si avessero remato nella stessa direzione. In parterre c'è il sottosegretario di stato alla presidenza del consiglio dei ministri Giancarlo Giorgetti, un appassionato tifoso di Varese, al quale tutto il mondo del basket chiede una tassazione più sostenibile, onde evitare i casi di Torino. Poco da dire sulla partita, il primo tempo si chiude sul 45-37 in favore dei padroni di casa. La parità arriva sul 48-48, ma è L'ultimo brivido Aradori resta ferito alla testa per un fallo e rientra anzitempo negli spogliatoi difficile battere una squadra che al tiro ha ritrovato la fiducia dei giorni migliori. Nelle prime azioni dell'ultimo periodo arriva il 70-59. Gli ospiti provano a non arrendersi, pur non avendo la forza di ricucire. L'ultimo brivido per per le condizioni di Aradori, che ha battuto la testa a 5' dalla fine come conseguenza di un fallo antisportivo. Andato negli spogliatoi, per lui non dovrebbe essere nulla di grave. © RIPRODUZIONE RISERVATA