Gli spogliatoi «Potevamo fare meglio» Zanotti: 'Bello giocare per la prima volta in questo palazzetto' ¦ Torino SIMONE Zanotti, 9 punti in 29 minuti in campo, in fondo a un match combattuto, vinto con merito da Torino, analizza così il match: «E' stata una serata strana e una partita particolare in cui giocare, non solo perché torno a casa mia ma per tutta la vicenda che ha riguardato gli avversari di questa sera negli ultimi tempi. Per questo ho avuto l'impressione di vedere due squadre che comunque non hanno molto da giocarsi arrivate all'ultima giornata di stagione regolare, purtroppo. Dico purtroppo perché mi dispiace, Torino è la mia città e sono molto dispiaciuto per l'Auxilium, soprattutto per i giocatori e anche per tutto lo staff. Quello che sta accadendo alla società e ai tifosi è triste e non dovrebbe succedere a nessuno, ma purtroppo è andata così. Non saprei come altro commentare questa situazione, ma indubbiamente ho sentito questa partita in maniera particolare, ancora più che nella gara di andata». ZANOTTI ha ricevuto una calorosa accoglienza dalla sua città, rendendo emozionante la serata del cestista. «Come ho già detto questa è casa mia ed è stato bello giocare per la prima volta in questo palazzetto. Il calore delle persone fa sempre molto piacere, anche se capisco che in questo momento non sia facile per il pubblico torinese». Sulla stagione di Pesaro e sulla sua personale, l'ala-centro classe '92, risponde così: «Personalmente sono contento perché non mi sarei mai aspettato di giocare un campionato così positivo, quindi a livello individuale posso ritenermi soddisfatto di me stesso e fiducioso. In quanto alla squadra avremmo potuto fare di più perché ci siamo salvati pur non meritando fino in fondo questo traguardo, possiamo dire più grazie a quanto fatto da altre squadre che per merito nostro, e questo non fa mai piacere. Potevamo fare meglio ma ci siamo salvati e abbiamo raggiunto l'obiettivo che la società si era posta ad inizio stagione, quindi possiamo ritenerci abbastanza soddisfatti». SUL FUTURO, ancora tutto da decifrare, non soltanto per Zanotti: «Ancora non si sa, mi prendo questa settimana di riposo e poi ragionerò sul futuro, così come credo faranno altri. Personalmente, adesso mi godo la soddisfazione di questa stagione tutto sommato positiva, ci sarà tempo e modo di pensare al futuro». A. L. M.