Il diesse Frosini «Mi sento in discussione Ma vorrei restare» «E'STATA la stagione più difficile da quando sono a Reggio in qualità di dirigente. Credo di aver lavorato tanto, e imparato tanto. Ma soprattutto mi sento legato a questa società, e spero di andare avanti insieme». Incassa le critiche, ma guarda al futuro. Alessandro Frosini sente la responsabilità della disastrosa stagione della Grissin Bon, pur cercando gli aspetti positivi- «Mi sento in discussione, e non potrebbe essere altrimenti Ho cercato di fare le scelte migliori, e alla fine dell'anno, con una salvezza ottenuta, credo siano andate nella direzione giusta. Poi non mi nascondo: le aspettative iniziali erano ben diverse. Ma quando inizi ad imbarcare acqua, ad accettare la sconfitta, la paura inizia a farsi sentire. E la permanenza nella massima serie non era un risultato scontato a quel punto». Spostando l'attenzione verso le prossime stagioni: «Lo sport è come la vita. Abbiamo vissuto momenti bellissimi negli ultimi anni, mentre questa volta ci siamo trovati di fronte a sfide inaspettate. Ho voglia di riscatto però. Reggio è la società giusta dove poter proseguire la mia esperienza, e cambiare tanto per farlo non è mai stata l'idea principale. Sono legato a questo club e sto bene; dopo tutto quello che ho imparato, confido di poter continuare qui». Stefano Chiossi