Basket Nba Finals Toronto cede 106-105, Warriors sotto 3-2. Per KD infortunio al tendine d'Achille Golden State riapre i giochi ma perde Durant di Simone Amaro TORONTO B I Golden States Warriors superano a Toronto in gara 5 i Raptors e tengono ancora vive le speranze per conservare il titolo Nba. Grazie anche ai 31 punti di Stephen Curry e i 26 di Klay Thompson i campioni n carica si impongono 106-105 portando la serie sul 3-2 a favore della franchigia canadese. Domani ad Oakland, in California, gara 6. In caso di successo dei Warriors domenica a Toronto la sfida che assegne- rà l'anello. Il successo dei Golden States è stato però segnato dall'infortunio subito dalla stella Kevin Durant, rientrato in campo per un problema al polpaccio destro. La stella dei Warriors ha però giocato solo 12 minuti prima di uscire dal parquet, realizzando 11 punti. Per lui infortunio al tendine di Achille. Lo ha annunciato il direttore generale dei Warriors, Bob Myers. "Non si conosce ancora la gravità del suo infortunio", ha detto in una conferenza stampa improvvisata Myers, quasi in lacrime. "Gli è stato dato il via libera per tornare in campo dopo aver consultato diversi specialisti e scambi di opinione tra tutti noi. Non credo ci sia nessuno da incolpare per questo nuovo infortunio", ha aggiunto. "C'era da parte sua il desiderio di giocare. Gli piace il basket. È un buon compagno di squadra, è una brava persona", ha insistito Myers rispondendo a coloro che sostengono che Durant si fosse rifiutato di giocare le finali del 2019 per non mettere a rischio il suo futuro. Solo 12 minuti Per Durant in gara 5 con 11 punti realizzati Poi ha lasciato il campo per infortunio