Basket Pancotto si libera Sarà lui il coach della San Bernardo Risolto il contratto con Montegranaro, ora manca solo l'ufficializzazione.Intanto Brienza è stato presentato a Trento, cavagna a pagina 55 Cesare Pancotto Basket serie A Giornate cruciali all'Acqua San Bernardo D dado è tratto: ave Cesare (Pancotto) Basket serie A. Il coach ha risolto il contratto con Montegranaro. Ora è attesa l'ufficializzazioneda parte di Cantù Intanto Brienza presentato a Trento: «Qui un progetto importante e l'Aquila per me è un grande punto di arrivo» FABIO CAVAGNA CANTÙ Ci siamo. Magali non sarà subito oggi, ma il giorno dell'annuncio ufficiale con il quale la Pallacanestro Cantù comunicherà di aver posto sotto contratto per la prossima stagione (con opzione per quella successiva) l'allenatore Cesare Pancotto è ormai imminente. L'accordo tra le palli, del resto, è stato raggiunto ormai da alcune giornate, ma prima di diffonderlo urbi et orbi occorreva prenminarmente che tra il coach marchigiano e la Poderosa Montegranaro - società di A2 alla quale era vincolato anche per il prossimo campionato - si addivenisse alla rescissione contrattuale. Circostanza che si è realizzata ieri. Il commiato «L'allenatore sangiorgese lascia la Poderosa dopo una stagione meravigliosa - così si legge tra l'altro nel comunicato diffuso dal club -, coronata dal terzo posto in regular season dopo una lunga battagliaper la vetta con Bologna e Treviso, la storica prima volta in Coppa Italia e l'approdo ai playoff, spingendosi fino ai quarti di finale. Tutta la società gialloblù ringrazia di cuore Pancotto per lo splendido lavoro portato avanti nel corso della stagione passata, un'annata proficua in campo ma di crescita anche fuori grazie allo stimolo costante del coach, cui va il nostro più sincero in bocca al lupo per tutto quanto il futuro gli riserverà, in campo e nella vita quotidiana». «Ho avuto l'onore e il piacere di allenare la Poderosa Montegranaro in quella che per me è la città del basket - questa la stringata dichiarazione del tecnico -; anche se oggi si chiude una collaborazione, dentro di me restano il ringraziamento, il rispetto e la condivisione di 12 mesi di rara intensità, emozione e soddisfazione reciproci». Pancotto, 64 anni, un migliaio di partite in panchina in serie A, succederà così a Nicola Brienza che proprio ieri è stato presentato alla stampa. «Sono emozionato e contentissimo, perché so che questa per me è una grande opportunità - le parole di "Nic" -: entro a far parte di un club e di una famiglia che ha fatto grandi cose in campo e fuori, per me questo è un grande punto di arrivo. Sono sicuro che avremolapossibilità di intraprendere insiemeun cammino importante, un progetto importante, e non vedo l'ora di cominciare a metterci all'opera L'Aquila Basket per tutti è un grande punto di riferimento, come struttura sportiva a 360°, il mio obiettivo sarà quello di dare un contributo lavorando al massimo per portare avanti quello che questa societàha fatto negli ultimi anni». «Lamiapallacanestro?Voglio una squadra che condivida il pallone eie responsabilitàoffensive - la puntualizzazione -; io e lo staff cercheremo di valorizzare al meglio le individualità di ogni giocatore performare sistemi affidabili in attacco e in difesa Sono concetti semplici, ma è la verità: oggiun allenatore deve saper tirare fuori il meglio dai propri ragazzi anche sul lato umano e dell'atteggiamento». «I valori di Nicola» «Abbiamo girato una pagina del libro (chiara l'allusione al post Bu-scaglia, allenatore che aTrento è stato in panchina per 544 partite in 13 anni, ndr) ma siamo pronti a ripartire, con lo stile, la cultura e il modo di lavorare che ci ha sempre contraddistinto - così il presidente trentino, Luigi Longhi -. Valori che con coach Nicola Brienza condividiamo, e sono sicuro saranno alla base di nuove grandi stagioni assieme». Tornando a Pancotto, il nuovo allenatore dell'Acqua San Bernardo si avvarrà di due assistenti nel proprio staff: si tratta del milanese Marco Gandini (già a Cantù dal 2003 al 2005 quale "aiuto" diPino Sacripanti e reduce dall'esperienza a Verona) e del canturino Antonio "Totò" Visciglia, autentico "pupillo" del Pgc. I II capo allenatore sarà affiancato nello staff tecnico da Marco Gandini e Totò Visciglia Rimadesio Cesare Pancotto al PalabancoDesio accanto a McGee ora protagonista con Sassari della finale scudetto dm Nicola Brienza con la sciarpa dell'Aquila foto aquila baskettrento Marco Gandini (sx.) quando era assistente di Pino Sacripanti (dx.)