NBA: I WARRIORS VINCONO A TORONTO E SONO 2-3 Riscatto Golden State ma si rompe Durant Le lacrime che Steph Curry fatica a trattenere, dopo un'incredibile gara 5 delle Finali vinta a Toronto (106-105), solcano invece il viso di Bob Myers, general manager di Golden State. Nella notte in cui hanno annullato il primo match-point dei Raptors per il titolo, i Warriors hanno perso Kevin Durant per un grave infortunio: si teme la rottura del tendine d'Achille destro. Al rientro dopo un mese di stop per uno stiramento al polpaccio destro, l'MVP delle ultime due Finali ha segnato subito 11 punti, ma poi si è infortunato. «I medici avevano dato ogni autorizzazione a schierarlo, se dovete prendervela con qualcuno fatelo con me» ha detto Myers, parlando del ko che può condizionare la corsa al titolo e il mercato, dato che Durant sarebbe stato il free agent più conteso. I Warriors sono andati sopra di 14 prima di subire rimonta e sorpasso da Kawhi Léonard (26 punti), autore Kevin Durant, 30 anni di 10 punti consecutivi per il + 6 Raptors a 3'30" dalla fine. Qui però le tre triple di Klay Thompson (26) e Curry (31) hanno ribaltato la situazione, e Kyle Lowry ha fallito il tiro per il trionfo dei Raptors. Avanti 3-2, Toronto avrà il secondo match-point in trasferta, nella notte tra domani e venerdì (ore 3, Sky-Sport). «Siamo contati - ha detto Curry - ma non ci arrendiamo», m.m. e Bli f-jC f-jLl *.L'L.Lir-.;l LllHITl I i-:ì^l>-VA M