H Poz: «La mia Dinamo è pronta a ripartire» In casa Dinamo ne sono tutti convinti: la sconfitta nella prima gara di finale a Venezia non cambia nulla. «Oggi ci prenderemo la rivincita» hanno detto in coro Poz e i suoi ragazzi «così da portare dalla nostra parte il fattore campo». Palla a due alle 20,45. Assalto al Taliercio la Dinamo ci riprova Dopo il ko di lunedì, stasera si gioca Gara2 della finale di Andrea Sini » INVIATOAVENEZIA La serie positiva è finita, ok. La Reyer Venezia è tornata a battere la Dinamo esattamente tre mesi (e 22 partite) dopo averle inferto l'ultimo ko prima di un'incredibile cavalcata. Anche questo va bene. Fine di tutti i pensieri, dunque, lezione imparata, e fine anche di tutte le possibili questioni legate alla cabala: ora si torna nel forno del Taliercio solo per vincere. Stasera alle 20,45 la finale scudetto del basket vivrà il secondo capitolo di una serie che si annuncia lunga, combattuta e sudatissima. Due sere fa il campo ha dato ragione alla squadra di Walter De Raffaele, che è stata brava a portale i ragazzi di Pozzecco nelle paludi di un match dal punteggio basso, molto più basso rispetto alle abitudini dei sassaresi: nelle 15 gare di campionato vinte in questi tre mesi, il Banco aveva infatti segnato una media di 94,3 punti, stavolta si è fermata a quota 70. Il rammarico. Garal è andata per mezzo canestro, 72-70, con la vittoria o quanto meno l'o-vertime che sono scivolati dalle mani di Jack Cooley e compagni per una questione di dettagli. Sul 5/14 alla lunetta dell'ultimo quarto ci si mangerà a lungo (non troppo, si spera) i gomiti, così come sui due attacchi sprecati sul +13 (34-47) e sili gioco da 5 punti concesso immediatamente dopo alTexMarquezLIaynes. Lì la Rever si è rianimata e in quel preciso istante, a poco più di 4 minuti dalla fine del terzo quarto, è iniziata una partita completamente diversa: il gioco ha iniziato a rallentare, la difesa ha concesso qualcosa di ttop-po e i padroni di casa sono stati bravi a impedire ai sassaresi di correre. Da dove ripartire Per ritrovare ima Dinamo così sterile in attacco bisogna tornare indietro di ere geologiche: 25 novembre, 66 punti segnati contro Trento. È quella stessa partita che il Banco non tirava così male da oltre l'arco dei tre punti: 21,7% allora, 24/17 l'altra sera. A colpire è anche il bassissimo numero di triple tentate (17 in tutto, solo 6 in tutto il secondo tempo) ma c'è anche da dire che mandando la palla sotto i sassaresi stavano facendo la cosa giusta, costringendo sistematicamente al fallo gli orogranata. Poi, certo, i tiri liberi... Le certezze. Sette gare giocate nei playoff, sette top scorer di serata diversi. Stavolta è toccato a McGee (19 punti) e ci voleva davvero, dopo un mese e mezzo condizionato dagli infortuni. La Dinamo riparte esattamente da qui: tanto gruppo, tanti protagonisti. E soprattutto nessuna paura. Dai ragazzi, la sfida è aperta. La serie positiva si è chiusa a quota 22 vittorie: ora i sassaresi sono pronti a ripartire da capo con testa e cuore Nel primo match i dettagli hanno fatto la differenza a favore della Reyer, brava a tenere il Banco a 70 punti mÉit*fJfo& * * La guardia Tyrus McGee, al rientro da un infortunio, lunedì ha realizzato 19 punti contro la sua ex squadra Rashawn Thomas in azione marcato da Austin Daye L'ala americana in Garal è andata un po' a corrente alternata COSI IN CAMPO Pala Taliercio - Ore 20,45 Diretta tv: Raisport ed Eurosport 2 5£d REYER VENEZIA H STONE H BRAMOS TONUT DAYE DENICOLAO VIDMAR Q LUI CI El BILIGHA Bl 0 MAZZOLA M CERELLA HD WATT Allenatore DE RAFFAELE DINAMO SASSARI spissu g SMITH H MCGEE H CARTER H DEVECCHI O MAGRO El PIERRE Bl GENTILE ESI THOMAS B3 POLONARA 19 DIOPgg _COOLEYCa Allenatore POZZECCO Sahin. Lanzarini, Weidmann