¦ Bologna VENERDÌ' pomeriggio a Roma si terrà un consiglio federale straordinario della federba-sket con un solo punto all'ordine del giorno: le comunicazioni del presidente Petrucci. Dopo lo strappo tra la Virtus e la Fiba, il numero della Fip deciderà, sentito il parere dei consiglieri, se proseguire nella candidatura dell'Italia all'organizzazione di un girone degli Europei del 2021, nell'anno in cui la federazione compirà il centesimo anno. Per capire meglio bisogna tornare indietro di qualche mese quando la Virtus, preoccupata di non partecipare alla futura Caso Eurocup Venerdì consiglio straordinario Fip per la V nera Champions League, chiese a Petrucci una mano per ottenere una seconda wild card per disputare la massima competizione continentale Fiba anche nella stagione 2019/20, sebbene la prassi preveda che questa deroga non sia concessa allo stesso club per due anni consecutivi. Mettendoci non solo la faccia, ma anche le firme la federba-sket ottenne di superare le regole non scritte e la V nera già da aprile sapeva che avrebbe preso parte alla Champions. I bianconeri, poi ottennero quel diritto vincendo il trofeo ad Anversa e incassando un milione di euro. Secondo la V nera questo successo ha cambiato le carte in tavola, cancellando l'accordo precedente e consentendo al club di poter chiedere alFEuro-cup una delle tre wild card messe a disposizione, sapendo già di ottenerla per blasone e per consistenza della proprietà. Sul piano dei valori sportivi si tratta della seconda competizione continentale, ma non essendo organizzata da federazioni e leghe nazionali, la cosa ha fatto arrabbiare la Fiba, pronta a imboccare le vie legali. Nel frattempo la Fip, per essersi spesa per la Virtus, si trova in forte difficoltà. Massimo Selleri © RIPRODUZIONE RISERVATA