Basket Teodosio dice no La Virtus adesso cambia obiettivo: piace Markovic La Virtus molla Teodosic e punta su Markovic Prima scelta Da un play serbo all'altro per Djordjevic IL CLUB HA VIRATO SULL'EX REGISTA DEL KIMKHI, CHE HA GIOCATO ANCHE IN EUROLEGA E CONOSCE L'ALLENATORE. E' STATO A TREVISO CON REPESA Massimo Selleri ¦ Bologna RADIO MERCATO dice che la Virtus si sia ritirata nella corsa per ingaggiare Milos Teodosic, o meglio che il club bianconero abbia preso atto, dopo due mesi di cortesi, ma ferme risposte non positive, che il play serbo prende in considerazione solo chiamate che possono garantire una partecipazione alla prossima Eurolega. LA V NERA, invece, in tasca ha solo un biglietto per l'Eurocup che pur essendo la seconda competizione continentale, evidentemente non è abbastanza per chi è abituato a calcare le prime scene a livello internazionale portando anche a casa ingaggi milionari. Nessun dramma all'Arcoveggio dove nessuno ha l'impressione di aver perso del tempo aspettando la risposta definitiva di Teodosic. Tra 1 tanti giocatori seguiti in queste settimane, ieri pomeriggio sembrava aver preso quota la candì tura di Stefan Markovic, il play serbo che è in scadenza di contratto con il Khimki e che nella passata ha ottenuto cifre importanti in Eurolega, segnando 6.1 punti con 4.4 assist in quasi 24' a partita. SI TRATTA di un giocatore dalle caratteristiche differenti rispetto a Teodosic, tanto che i due diventano complementari nella nazionale serba, ma da questo punto non ci sarebbero particolari problemi, dato che la V nera sta aspettando di sciogliere il nodo del «top player» per poi andare ad allestire il resto della pattuglia straniera. Nel suo bagaglio esperienziale Markovic ha alle spalle anche una stagione in Italia con la maglia della Benetton. L'almanacco va sfogliato fino alla stagione 2010/11 quando la panchina bian-coverde della Benetton era occupata da Jasmin Repesa e ancora era distante l'idea che a Treviso ci potesse essere il disimpegno economico che portò la squadra a non iscriversi alla serie A. In ogni caso la Virtus ribadisce che il club non ha nessuna fretta di chiudere la partita del «top player» sapendo che non è facile strappare i giocatori all'Eurolega. Allo stesso tempo la consistenza della proprietà e il blasone del club non sono fattori da trascurare e possono tenere aperti alcuni spiragli. In ogni caso il tempo inizia a stringere, con lo stesso consigliere plenipotenziario Luca Ba-raldi che ha dato come scadenza la metà del mese per individuare ed ingaggiare il giocatore che sarà l'architrave su cui costruire il resto della squadra. Resta l'intenzione di puntare su un atleta europeo anche per una questione d'identità che si vuole dare alla nuova Se-gafredo. © RIPRODUZIONE RISERVATA Un orientamento preciso La V nera cerca un leader europeo, gli altri acquisti arriveranno di conseguenza TOP Stefan Markovic, 31 anni, ha giocato nel Khimki (Gamillo)