Summit decisivo tra Fontecchio e Messina Il mercato del basket Milano è pronta a cedere l'ala in prestito ma ha un problema di regolamento DOVREMMO essere arrivati al momento della verità .Sono, infatti, ore decisive per capire se Simone Fontecchio (nella foto) arriverà davvero alla Grissin Bon. Il nuovo coach dell'Olimpia Milano, Ettore Messina, che ricopre anche il ruolo di Presidente delle «scarpette rosse», ha fissato un colloquio decisivo con il giocatore abruzzese sia per capire le sue intenzioni sia per manifestargli Possibile ritorno di Infante L'ex capitano è in attesa di una chiamata e spera che ci siano i giusti incastri quelle della società meneghina. Nella sua veste di tecnico, se verranno confermate le voci delle ultime settimane, l'ex assistente allenatore dei San Antonio Spurs, spiegherà a Fontecchio che lo spazio per lui sarebbe alquanto limitato e che un trasferimento in prestito a Reggio rappresenterebbe la soluzione ideale per lui. Questo sotto il profilo del campo. Sarebbe, insomma, la soluzione migliore per il ragazzo con Reggio che lo attende a braccia aperte. Però... Però vanno tenute in considera- zione anche le questioni burocratiche: se Christian Bums, trovato positivo a un controllo antidoping (in questi giorni si sta svolgendo il processo), dovesse infatti subire una lunga squalifica, e se Moraschini, che era in predicato di giocare sotto la Madunina ma starebbe virando per la Virtus Bologna dovesse scegliere quest'ultima, l'Armani potrebbe essere costretta a trattenere Fontecchio per rispettare i regolamenti vigenti per quanto riguarda i tessera-mentid ei giocatori italiani. In un senso o in un altro, come si diceva prima, la settimana che inizia oggi darà comunque delle risposte. RISPOSTE che difficilmente arriveranno, viceversa, per Luca Infante. La suggestiva ipotesi di rivedere in biancorosso «o guerriero» di Nocera Inferiore è reale, ma al momento congelata. Occorrerà infatti vedere come si svilupperà il mercato della Pallacanestro Reggiana. Nell'ottica del management e dello staff tecnico infatti il lungo campano, che risiede nella nostra città, ricoprirebbe a Reggio il ruolo che, alla Dolomiti Energia, era riservato a Luca Le-chthaler: ossia dare qualche minuto di respiro, condito da esperienza, ai lunghi titolari. A questo Infante aggiungerebbe indubbio carisma in spogliatoio e adeguata «cazzimma», dote sempre molto apprezzata in riva al Crostolo. L'operazione però, come si è detto, è rimandata alla fine della campagna acquisti. L'idea infatti sarebbe quella di ingaggiare due o tre stranieri nel settore lunghi, utilizzando al limite, se arriverà, Fontecchio da elemento aggiunto sotto le plance. Gabriele Gallo