DEFINITE LE CARICHE DEL CDA Confermati i due vice presidenti E Beretta gestirà il palazzetto Foto di gruppo al Golf Club Carimate: in tanti sono entrati nel Cda Definito il nuovo assetto societario della Pallacanestro Cantù, con la distribuzione ufficiale delle cariche societarie. Il consiglio di amministrazione, come noto da diverso tempo ormai, è presieduto da Davide Marson, 40 anni, proprietario di Mia Sri e dallo scorso mese di febbraio proprietario del Palasport Pianella Marson diventa così l'undicesimo presidente di Pallacanestro Cantù, succedendo alrinaGerasi-menko. Sergio Paparelli e Angelo Passeri - il quale continuerà a mantenere la carica di presidente di Tutti insieme Cantù Sri, detentrice del 100% delle azioni di Pallacanestro Cantù - sono stati, invece, entrambi eletti vicepresidenti. Andrea Mauri, dirigente responsabile dellaprima squadra durante la stagione sportiva 2018-2019, lasciala suddetta carica per assumere il ruolo di amministratore delegato. Il nuovo consiglio di amministrazione del club cantorino sarà completato da Roberto Allievi, già in passato vice presidente, Antonio Biella, lo sponsor con Acqua San Bernardo, e Gioacchino Pantani, commercialista e revisore contabile edesperto diconsulenzafiscale e societaria. Il Cda, inoltre, hadeciso di affidare all'ingegner Alberto Beretta l'incarico di occuparsi, per conto di Pallacanestro Cantù, di tutti gli aspetti legati alla costruzione del nuovo palasport e dello sviluppo di nuove partnership legate adesso. Sul curriculum di Berettafigurano importanti esperienze alla B&B Italia SpA alla Rizzani de Eccher SpA e alla Impregilo SpA. Confermato, infine, conferma Angelo Zomegnan nel ruolo di senior advisor. «Sono estremamente onorato - ha dichiarato ilpresiden-te di Tic, Angelo Passeri - di entrare afar parte del Cda di Pallacanestro Cantù. Oggi, dopo aver salvato il club a febbraio, abbiamo compiuto un ulteriore passo importante per il futuro della nostra squadra del cuore. Ci facciamo tutti carico di un grande onore ma anche di una maggiore responsabilità per portare avanti il nostro progetto pluriennale. Mi auguro che gli sforzifatti da tutte le persone coinvolte fino ad oggipossano stimolare l'ingresso di nuovi partner. Sia come Tic che come Pallacanestro Cantù, chiediamo il supporto di tutti».