La Dinamo blinda Stefano Gentile sino al 2021 I sassaresi sondano il mercato internazionale e continuano a puntellare il gruppo italiano Stefano Gentile » SASSARI In attesa dei botti sul mercato internazionale, la Dinamo Banco di Sardegna continua a puntellare il gruppo degli italiani. Dopo l'annuncio del rinnovo di contratto di Daniele Magro, ieri il club bianco-blu ha ufficializzato il prolun- gamento dell'accordo con Stefano Gentile: l'esterno di Maddaloni, in scadenza per il 2020, ha firmato l'estensione del contratto per un'ulteriore , dunque sinoal2021. Arrivato a Sassari lo scorso anno dopo un passaggio alla Virtus Bologna, a Sassari Gentile ha giocato una delle sue migliori stagioni della sua carriera, riuscendo a ritagliarsi spazi sempre più importanti sotto la gestione Pozzecco, e risultando decisivo sia nelle finali della Fiba Europe Cup che nella semifinale scudetto con l'Olimpia Milano. «Cuore, grinta e intensità -si legge nel comunicato del club guidato da Stefano Sar-dara - ma anche mentalità e fisicità sono il marchio di fabbrica di un giocatore che sa sia creare per la squadra sia trovare soluzioni offensive individuali». Insieme a Cenile e Magro, e in attesa dell'ufficializzazione dell'accordo (già raggiunto) con Achille Polonara, nel- la decima stagione consecutiva in serie A della Dinamo vestiranno la casacca biancoblù anche il capitano Jack Devecchi, Marco Spissu e Lorenzo Bucarelli. Sul fronte italiani restano aperte le piste che portano ad Alessandro Gentile e Michele Vitali, ma in entrambi i casi difficilmente la risposta definitiva non si avrà prima di qualche settimane. Per quanto riguarda gli stranieri, per il duo Pozzecco-Pa-squini c'è di fatto da ricostruire tutto. Nel frattempo la Reale Mutua Torino, società di serie A2 gestita in maniera diretta dalla dirigenza sassarese, ha ufficializzato la scelta dell'assistente che affiancherà coach Demis Cavina: si tratta di Alessandro Iacozza, tecnico laziale di 43 anni, che lo scorso anno ha lavorato molto bene all'Academy Cagliari, prima come assistente di Paolini e poi come head coach, conducendo la squadra alla salvezza.