BASKET SERIE A DOPO RICCI UN ALTRO ITALIANO DJORDJEVIC, UNA GARANZIA ILTECNICO SERBO LO HA VOLUTO PER RILANCIARLO, VEDENDO ANCORA AMPI MARGINI DI CRESCITA OBIETTIVO AMBITO LA DIRIGENZA CONTINUA A LAVORARE PER PORTARE SOTTO LE DUE TORRI IL PLAY SLOVENO NIKOLIC Virtus, ecco Fontecchio Ma c'è chi si Alcuni tifosi non gli perdonano la retrocessione del 2016 MOTIVATO A destra Simone Fontecchio, 23 anni, al tiro (Ciamillo) Massimo Selleri ¦ Bologna SIMONE FONTECCHIO sarà un giocatore della Virtus Bologna, anzi, stando alle promesse che gli sono state fatte per tornare a vestire la maglia bianconera, partirà in quintetto nel ruolo di ala piccola. Classe 1995, alto 203 centimetri, l'ala pescarese arriva dalla non facile esperienza di Milano dopo essere cresciuto nel vivaio della V nera. Su di lui erano state poste le speranze virtussine di avere formato di un vero talento. Tali attese furono ampiamente ripagate nella stagione 2014/15 quando disputò i playoff, deluse l'anno successivo quando, per la prima volta nella sua storia, la Virtus retrocedette in serie A2. Quanto successe nei giorni succes- sivi a questa discesa rende tutto in salita il suo ritorno. I TIFOSI virtussini attribuirono a lui, a Valerio Mazzola e Michele Vitali una responsabilità importante in quel capitombolo. Aggravata dal fatto che il giocatore sfruttò l'opzione di potersi liberare dalla V nera che lo aveva ancora sotto contratto rinunciando agli ultimi due mesi di stipendio. II presidente Alberto Bucci provò a convincere il giocatore, che allora aveva solo 20 anni, a rimanere ma non riuscì a fargli cambiare idea. Si accasò a Milano, dove non ebbe particolare spazio, tanto che nell'annata 2017/18 fu prestato a Cremona, per poi tornare alla base nella scorsa stagione. In ogni ca- so non rientra più nei piani dell'Olimpia Milano che, stando agli spifferi che arrivano dalla capitale lombarda, sarebbe uscita dal suo contratto versando 5 Ornila euro. STANDO A QUELLO che si legge sui social la tifoseria è divisa tra chi, avendo fiducia in Sasha Djor-djevic, è pronto a riaccogliere il giocatore e chi, invece, non gradisce affatto questo ritorno vista la retrocessione e la mancata crescita negli anni di Milano. Difficile entrare nelle dinamiche dei tifosi, l'unica cosa che si può dire è che in questi anni all'Olimpia c'è stata tanta confusione e questa confusione ha portato anche a lasciar andar via un giocatore di primo livello come Nicolò Melli che nella prossima stagione giocherà nella Nba. A questo punto è chiaro che la Se-gafredo è intenzionata a virare verso il 5+5, arrivando a tesserare 7 atleti italiani senior. Così non fosse ci sarebbe un elemento italiano in più che a rotazione dovrebbe finire in tribuna. INOLTRE LA SQUADRA sarebbe parecchio squilibrata, avendo tante ali, da Pietro Aradori a Filippo Baldi Rossi passando per David Cournooh, Simone Fontecchio e Giampaolo Ricci a cui bisognerebbe aggiungere uno straniero. Nel frattempo le diplomazie continuano a lavorare per poter porta- Tra Milano e Cremona Aveva firmato per l'Olimpia senza trovare mai lo spazio e la fiducia necessarie re sotto le Due Torri il play slove- no Aleksej Nikolic attualmente sotto contratto con il Partizan Belgrado. Poi si è ancora alla ricerca di quel famoso «top player» che la società ha promesso alla piazza chiedendo di pazientare per un'altra decina di giorni. © RIPRODUZIONE RISERVATA