BASKET VUELLE ASSE PLAY-PIVOT SI TEMPOREGGIA INVECE PERI RUOLI CHIAVE, DOVE SI VUOL FARE BENE Un torello come guardia Quasi fatta per Barford Mercato Solido e imprevedibile: questo l'identikit TORELL Jaylen Barford, una guardia dal fisico roccioso ¦ Pesaro UNA BELLA PRESA. Così gli addetti ai lavori definiscono quella che la Vitelle sta per stringere in pugno con Jaylen Barford, la guardia che dovrebbe essere ufficializzata a breve dalla società. Classe '96, 191 cm per 92 kg, sta disputando la Summer league con i Minnesota Timberwolves dove si è trasferito da poco il pesarese Gianluca Pascucci come assistente gm, sempre pronto se c'è da dare un assist al club che l'ha cre- sciuto. Coach Perego punta dunque su un esterno molto solido, un bel torello dal punto di vista fisico che si butta dentro perché non accusa i contatti, è resistente e consistente, fa tante cose in attacco e può finalizzare in svariate maniere, quindi finisce per risultare meno scoutizzabile di altri per la sua gamma di conclusioni. In una parola, imprevedibile. Dopo aver chiuso in crescendo la sua esperienza al college, passando da Mo- tlow State ad Arkansas, al suo primo anno in G-League ha viaggiato a 18 punti di media con i Green-sboro Swarm, formazione collegata alla franchigia dei Charlotte Ali pronte al decollo Henri Drell sta impostando un accordo pluriennale Zach Thomas, risposta in arrivo Hornets che lo avevano invitato al veteran camp. SARÀ IMPORTANTE mettergli al fianco un play che lo supporti e per questo la Vuelle sta sondando attentamente ogni possibilità, cercando il leader giusto per una squadra finora giovane e arrembante, con del talento diffuso anche sugli italiani. Mentre si aspetta a costruire l'asse play-pivot, forse sperando di riuscire ad avere qualche risorsa in più al capitolo budget, le ali sarebbero già state individuate: Henri Drell e Zach Thomas. Con il primo si sta definendo l'accordo, piuttosto complesso perché il ragazzo deve tran-sare con Bamberg, mentre il secondo deve rispondere all'offerta che gli è stata avanzata. I segnali però appaiono positivi per entrambe. DRELL è una vera e propria scommessa per il futuro visto che la Vuelle gli ha sottoposto un contratto pluriennale con l'escape-Nba richiesta, in modo da legarlo al club nel caso il sogno dei professionisti non si concretizzasse. La garanzia per il promettente esto- ne classe 2000 (già nel giro della Nazionale maggiore del suo paese) è la presenza a Pesaro di Federico Perego, che l'ha visto crescere in Germania, dove arrivò nel 2016. Una risorsa perché si sa quanto i giocatori europei si adattino più facilmente degli americani al nostro sistema, a maggior ragione se già conosciuto, visto che l'allenatore sarebbe lo stesso. Zach Thomas, invece, ha dalla sua questa preziosa esperienza in Belgio chiusa con 14,5 punti e 5,6 rimbalzi di media all'Opkapi Aal-star. Viene descritto come un giocatore versatile che balla fra il 3 e il 4, completo a livello offensivo perché può segnare, passare ma anche impostare un attacco. La sua stazza (2,01 per 103 kg) e le sue abilità rendono complicato difendere su di lui. Elisabetta Ferri