DUE sostanzialmente le novità di questa campagna abbonamenti: l'allargamento della falange Macedone e cioè il settore, non dei tifosi normali, ma di quelli super: si scende verso il basso, verso il parterre, così il tutto non rimane confinato al secondo piano di questa tribuna che dà verso l'entrata del palas. Si sta parlando di coloro che nel bene e nel male rappresentano la gioia e i dolori di una società. Se va bene, tutti bravi, ma se va male sono dolori e contestazioni. Ma non c'è solamente questo all'interno di questa campagna abbonamenti fatta di promozioni a vario livello: perché da 7 a 20 anni tutti quanti pagano 50 euro. Un maniera per incentivare e riportare i giovani all'interno del basket: è la storia che si ribalta perché una volta era in difficoltà Il commento La vera novità è la discesa a valle della falange macedone dei tifosi in calcio, ora invece si va in senso opposto. Ringiovanire, catturare i ragazzi, vedere di rinnovare il ciclo degli spettatori. Ma la vera novità è il settore K2, e cioè i gradoni dove alberga la falange macedone: perché portando verso il basso i tifosi più agguerriti, si sta cercando di rimettere in piedi, almeno in un settore del palas, quello che era il sesto uomo, quelli che ti urlano direttamente dentro le orecchie. Perché l'ambiente si è imborghesito, ha la puzzetta sotto il naso, perché in molti hanno fermato il tempo agli squadroni che giocavano in coppa. Altra epoca, altro film. La società parla di sforzi e invita i tifosi ad abbonarsi. Ma la preghiera del tifoso, così come la letterina sotto l'albero di Natale, è sempre la stessa e va avanti da tempo im- memorabile. Perché alla fine l'unica cosa che sposta i numeri sono esclusivamente i risultati. Una maniera anche per riportare all'interno del palas tutti quei tifosi che si sono dispersi nel tempo, che chiedono, ma non si abbonano. La grande sfida è questa, all'interno di un pubblico strano che accende le luci, come un albero di Natale, solamente quando si parla di alcuni incontri di cartello che sono nel Dna di questa città: arriva Bologna (uno e due), andiamo al palas; arriva Milano, andiamo a vedere la partita. Tutto il resto rientra nell'emisfero delle 'desiderate'. E il campionato parte, sotto questo profilo, alla grande: se si vince con Fortitudo e Virtus, la miglior promozione per incentivare la campagna abbonamenti. m.g.