IL PATRON «COACH E ROSTER MIGLIORI DI SEMPRE. MA NON HO CAMBIATO IDEA: A FINE STAGIONE LASCIO» Landì: «Non posso pensare che il basket scompaia» É PARTITO lentamente. Quasi come un diesel che faticasse a trovare l'accelerazione giusta. Poi, a poco a poco, Stefano Landi è diventato uno dei protagonisti della presentazione della Grissin Bon. Il patron, quasi mai, nel corso della sua lunga IL FUTURO «Nessuno si è ancora fatto avanti Ma c'è ancora tanto tempo e noi siamo concentrati sui risultati» avventura al timone del club biancorosso, si era presentato a questa kermesse. Stavolta, invece, è arrivato con buon anticipo. Ed è partito lentamente. «Sono venuto - ha detto sorridendo - per sapere a che punto siamo, perché ci mancano due giocatori e voglio sentire come ci stiamo muo- vendo...». Poi quando sono arrivate domande e sollecitazioni, è diventato il solito Stefano Landi: innamorato del basket e di questa squadra. «Sono molto contento per quello che stiamo facendo e sento crescere l'entusiasmo attorno alla squadra. Come la giudico? Credo che quest'anno abbiamo l'allenatore e il roster migliori che io abbia mai avuto. E siamo molto concentrati perché vogliamo arrivare il più in alto possibile». Alla domanda se per lui questo sarà davvero l'ultimo anno da patron, Landi ha ribadito concetti già espressi a più riprese. «La mia scelta rimane quella, anche se c'è ancora tanto tempo davanti a noi e siamo molto concentrati perché vogliamo ottenere risultati importanti. La società, in ogni caso, guarda al futuro. Non posso pensare che a Reggio il basket scompaia per cui sono fiducioso anche se non ci sono novità» dan.b. NUMERO I II regalo per Stefano Landi, mecenate della pallacanestro