PRESSING SUL PLAY ISRAELIANO MEKEL LA GRISSIN BON STA CONTINUANDO A BATTERE LA PISTA GAL MEKEL: IL PLAY ISRAELIANO È SEMPRE PIÙ LA PRIMA SCELTA BIANCOROSSA JOHNSON-ODOM BLOCCATO NEGLI USA ALL'APPELLO, IERI POMERIGGIO, MANCAVA L'ATTESISSIMO DARIUS JOHNSON-ODOM BLOCCATO NEGLI USA DA PROBLEMI BUROCRATICI AL CERE OLTRE 500 TIFOSI ERANO OLTRE 500 I TIFOSI CHE SONO ARRIVATI AL CERE PER DARE IL PRIMO ABBRRACCIO ALLA SQUADRA: POETA E INFANTE I PIÙ GETTONATI Nuovi, affamati e motivati Da Upshaw a Vojvodafino a Poeta: tutti puntano in alto di LUCA DEL BUE SANI e motivati. Questo lo slogan che potrebbe accompagnare la Pallacanestro Reggiana targata Buscaglia. Giocatori, dal veterano al più giovane, che devono e nel contempo vogliono mostrare qualcosa sia a se stessi che agli altri, potendolo fare in uno stato di salute buono, come ha tenuto a precisare più volte in conferenza stampa Buscaglia. Reggie Upshaw, ala grande 24en-ne di 203 cm, è fedele testimone di quanto sopra detto. «Sono qui per fare una stagione migliore di quelle precedenti. Metterò a disposizione della squadra le mie qualità atletiche e di velocità. L'anno scorso sono arrivato in semifinale di Eurocup e quest'anno non disputerò manifestazioni internazionali, ma questo non rappresenta un problema per me. Sono approdato alla Grissin Bon per la storia di questo club, per la passione dei suoi tifosi e per il programma che il coach ed il management mi hanno sottoposto. Mi definisco un giocatore versatile, disposto a ricoprire sul parquet più ruoli. Dei miei compagni di squadra francamente non ho molta conoscenza. L'unico che ho visto giocare è Darius Johnson Odom (ancora negli States causa problemi burocratici ndr)». Identico clichè caratteriale quello del magiaro David Vojvoda. Guardia, 28 anni e idee molto chiare. «Perchè dopo tanti anni passati in Ungheria ho deciso di giocare all'estero? Per mettermi alla prova. So quanto valgo ed ero importante per la mia squadra di kk DAVID VOJVODA Ho deciso di vivere questa prima esperienza lontano dall'Ungheria per mettermi alla prova. In una squadra così avrò meno pressione club e per la nazionale. Ora voglio capire cosa posso fare in un'altra situazione. Ho fiducia nei miei mezzi. In diverse occasioni ho pure ruotato come play, ma giocherò dove il coach mi dirà di stare. Prima di accettare l'avventura a Reggio Emilia ho sentito più volte Buscaglia. La Grissin Bon mi sembra una squadra con tanto talento e per me si tratterà della prima volta in cui giocherò in club dove probabilmente le attenzioni principali non saranno riposte su di me. Credo che avrò meno pressione rispetto al passato da parte degli avversari e questo lo reputo una cosa positiva. Conosco il campionato italiano e spero di confermarmi quel tipo di giocatore per cui molti nel vostro paese mi conoscono dopo le due gare che ho disputato contro la Nazionale italiana nelle qualificazioni mondiali». «Ci sono tutte le condizioni per poer fare bene» la chiosa finale dell'esperto play Giuseppe Poeta. POCO CONOSCIUTI MA CON TANTE QUALITÀ ATLETISMO Reggie Upshaw si alternerà con Simone Fontecchio nel ruolo di ala alta sfruttando le sue doti di atletismo. E' un grande rimbalzista e un ottimo difensore TIRO E FOSFORO David Vojvoda è un esterno dalle ottime qualità balistiche e che si è messo in luce con la maglia della nazionale ungherese con cui ha fatto soffrire l'Italia LA SCOMMESSA Ieri è arrivato dall'aeroporto a conferenza stampa già iniziata: il giovane pivot Dererk Pardon sarà uno degli aghi della bilancia della nuova Grissin Bon kk REGGIE UPSHAW Sono a Reggio per fare una stagione migliore di quelle che ho già vissuto