LA GRINTA DEL LETTONE Artus Strautins corre al Grezar Strautins: «Da due mesi mi alleno per essere pronto Virtus? Il mio oggi è qui» TRIESTE. Arturs Strautins ha le idee chiare. Si presenta al raduno tirato, già in forma campionato. Il segreto? Anche se non è rimasto a Trieste in queste settimane ha comunque lavorato sodo in Lettonia. «Finita la stagione -racconta - mi sono preso dieci giorni di riposo ma dal 10 giugno ho cominciato ad allenarmi. Tanto lavoro individuale con un mio allenatore di fiducia. Basket in palestra, anche esercizi al mare. Mi sento già pronto». Un anno fa Strautins, reduce dall'A2 con Orzinuovi, era solo un'intrigante scommessa da aspettare alla riprova del massimo campionato. Dodici mesi dopo è una certezza nello scacchiere bian-corosso. Cosa si aspetta dal prossimo campionato? «Di vincere. Io affronto ogni partita per vincere, chi non lo fa è meglio proprio che non giochi a basket. Lavoriamo du- ro e tacciamoci trovare pronti. Siamo andati ai play-off nell'ultima stagione? Lottiamo per ripeterci». Recentemente il nome di Strautins era stato accostato a un interessamento da parte della Virtus Bologna, alla ricerca di un 3 al posto di Ara-dori. «Io penso all'oggi, non a quello che potrebbe accadere un domani. E oggi io sono un giocatore di Trieste. Contento di esserlo».  R.D.