Basket Ikangi pronto a ritagliarsi un ruolo importante in un Brindisi che cercherà spazio anche in Europa «Con l'Happy Casa realizzo un sogno» di Antonio RODI BRINDISI - E stato uno dei primissimi acquisti del marcato. Una chiamata inaspettata quella arrivata dalla Happy Casa che, di fatto, rappresenta una grandissima opportunità. Iris Ikangi è uno dei volti nuovi della New Basket edizione 2019/2020. «È un sogno che si realizza perché Brindisi mi offre l'opportunità di giocare in un campionato importante e in una manifestazione europea», le sue parole. Non lo dice, ma il suo sogno era quello di provare a solcare i campi della serie A. «Non lo nascondo, la chiamata del club mi ha colto un po' di sorpresa, non l'aspetta- vo proprio. Ovviamente mi inorgoglisce, non potrebbe essere altrimenti», dice. «È una grande occasione per me, che dovrò essere bravo a sfruttare. Del resto poter lavorare sotto la guida di uno staff tecnico eccellente ed essere compagno di squadra di giocatori di altissimo livello non può che aiutarmi a crescere. Voglio crescere anche per essere utile alla squadra, così da poter dare il mio contributo, piccolo o grande, per il raggiungimento degli obiettivi stagionali. Dovrò allora essere bravo a imparare il più possibile. Sono onorato di far parte di una squadra di tale livello e di confrontarmi con giocatori di serie A, non vedo l'ora di iniziare e di mettermi a disposizione di un coach esperto come Frank Vi-tucci», continua l'esterno bian-cazzurro che ritorna in Puglia dopo l'esperienza in serie B del 2015 a San Severo dove si è messo in luce il primo anno ricevendo il premio di Mvp dell'Ali Star Game e il "Renzo Marmugi" per il miglior "Under 21" della manifestazione. «Ho sentito il coach per telefono capendo subito che si tratta di una persona positiva, corretta e sincera. Ho apprezzato molto queste sue qualità e lo ringrazio per avermi scelto. Il mio compito adesso è solo uno: ripagare la sua fiducia. Il mio compito sarà quello di farmi trovare sempre pronto in qualsiasi circostanza, sfruttare la minima occasione per dimostrare di poter stare in questa squadra». Una squadra la cui stagione sarà particolarmente intensa. Dalla Supercoppa italiana del 21 e 22 settembre a Bari (semifinale sabato 21, alle ore 20,30, contro i campioni d'Italia della Reyer Venezia), ma soprattutto campionato e Champions League. «Sarà un'annata molto importante per noi», tiene a sottolineare Iris Ikangi, «nella quale, sono sicuro, riusciremo a dire la nostra e a fare bene. Anche con l'aiuto dei nostri tifosi, che ringrazio per il calore dimostratomi da subito, appena ho firmato con Brindisi». Ed intanto cresce l'attesa per la prima palla a due di una stagione che vede tornare in serie A grandi piazze come Treviso, Roma e Bologna (sponda Fortitudo) e giocatori di assoluto livello (due su tutti: Milos Teodosic alla Virtus e Sergio Rodriguez all'Ohm-pia Milano) che alzeranno (non poco) il livello tecnico del nostro campionato. Workshop "Meet the best", è il convegno dedicato ai professionisti del basket, giunto alla seconda edizione, che guarda al futuro del basket non solo italiano, alla gestione della società e delle leghe al massimo livello continentale attraverso i manager più in vista. Il direttore sportivo della Happy Casa Simone Giofrè, nominato dirigente sportivo della scorsa annata sportiva, parteciperà in qualità di relatore al meeting in programma il 13 e 14 settembre presso la Al-lianz Tower di Milano. r.------