La Russia beffa un'ottima Italia Verona Cup. Azzurri avanti per oltre 39', poi il sorpasso sulla sirena » VERONA Prima sconfitta per l'Italia sul percorso verso la FIBA World Cup 2019. Gli azzurri giocano una buona pallacanestro ma sulla sirena vengono puniti da una tripla di Vitaly Fridzon. Vince la Russia 72-70 e sono molti rimpianti per i ragazzi di Meo Sacchetti, che dilapidano un vantaggio di 16 punti nel solo ultimo quarto subendo un parziale di 19-5. Ce il gioco, a tratti. C'è il cuore, sempre. Ma la strada verso il 31 agosto, esordio iridato a Foshan, è ancora lunga. Fuori dalle rotazioni il neo-Dinamo Michele Vitali. Così il Ct Meo Sacchetti: «Abbiamo giocato una buona pallacanestro per larghi tratti ma poi si è spenta la luce. Abbiamo sbagliato cose anche banali sulle quali dovremo lavorare molto. Fa male perdere in questo modo ma non dovevamo arrivare all'ultimo tiro». Marco Belinelli: «Dispiace per la sconfitta. Ci stiamo inserendo tutti pian piano e abbiamo ancora molto lavoro da fare. Sono contento di essere tornato in campo; quando indosso questa maglia qualcosa si smuove sempre dentro di me». ITALIA-RUSSIA ITALIA: Della Valle 9 (3/5,1/2), Belinelli 11 (1/3,2/5), Aradori (0/3 da tre), Gentile 13 (4/10,0/1), Biligha 2 (1/2), Vitali L. (0/3), Hackett 7 (3/5,0/2), Filloy, Brooks 4 (2/2, 0/1), Tessitori 4 (1/1), Abass 7 (2/2,1/2), Sacchetti B. 13 (1/1,1/3). AH: Sacchetti. RUSSIA: Bolomboy 3 (1/3,0/1), Sopin 6 (1/1 da tre), Karasev 5 (0/5,1/4), Baburin 2 (1/1, 0/3), Motovilov 6 (2/5,0/1 ), Fridzon 16 (2/4, 4/6), Ivlev 2 (1/2), Antonov (0/4,0/2), Zub-kov ne, Balashov, Vorontsevich 2 (1/3,0/1), Platunov 4 (2/2), Kulagin 10 (2/5 da tre), Valiev (0/1), Kurbanov 16 (5/8,1/2). Ali. Bazarevich S. PARZIALI: 22-7; 18-25; 25-21; 5-19 ARBITRI: Lanzarini. Begnis, Mazzoni Brian Sacchetti