LA ORIORA sfoglia la margherita alla ricerca del nome giusto per completare il roster della squadra. All'appello manca la guardia titolare e trovare il giocatore adatto alle esigenze di Pistoia non è così facile tenendo conto del budget che la società ha a disposizione. L'idea, presumibilmente, è quella di una guardia con buone doti di play-making e con punti nelle mani, ma che al tempo stesso non si pesti i piedi né con Dowdell né tanto meno con Petteway che è un accentratore del gioco. In CARREA E SAMBUGARO Alla ricerca di un buon playmaking con punti nelle mani Baske Alla ricerca del nome giusto OriOra, all'appello manca la guardia poche parole un giocatore che sappia stare al suo posto e ricoprire all'evenienza due ruoli. Un profilo non facile da trovare tenendo conto che gli ottimi elementi con queste caratteristiche sono rara e piuttosto costosi. Il nodo non è ancora stato sciolto, ma non è detto che nei prossimi giorni non venga ufficializzato il nome da parte della società visto che l'idea iniziale è sempre stata quella di partire per il raduno con la squadra al completo. Raduno che ci sarà domani e lunedì (visite mediche e primi te- st); poi il 13 primo allenamento della stagione aperto al pubblico. La squadra al completo anche se dovesse arrivare la guardia sarà solo sulla carta perché al raduno e quindi al primo allenamento pre-senzieranno i giocatori italiani, ovvero Gianluca Della Rosa, Aristide Landi, Lo-renze D'Ercole, Andrea Quarisa e Cari Wheatle, della pattuglia degli americani saranno presenti i soli Zabian Dowdell e Terran Petteway mentre Angus Brandt e Justin Johnson, che si è sposato proprio in questi giorni, dovrebbero raggiungere Pistoia soltanto nel corso della prima settimana di lavoro. Per vedere la prima uscita stagionale della nuova OriOra appuntamento domenica 18 agosto al Pala-Carrara (ore 19) in occasione del trofeo Bertolazzi con i biancorossi, che dovrebbero essere al completo, che ospiteranno Washington University. Il via ufficiale della stagione è alle porte e c'è grande attesa, ma soprattutto curiosità di vedere all'opera questo gruppo rinnovato da cima in fondo. Maurizio Innocenti