BASKET COLUNSSI PRESENTA «SONO ENTUSIASTA» PINOTTIAPACINA57 Collins: «Io a Cantù, una benedizione Non vedo l'ora di giocare in serie A» Basket. Le prime dichiarazioni dell'esterno americano che Della Fiori ha scovato in Svezia «Sono cresciuto ammirando Spud Webb: era il più piccolo di tutti ma faceva cose mai viste» LUCA PI NOTTI CANTÙ Una Cantù rivoluzionata cerca il suo nuovo bomber. Uno che, per dirla facile, possa prendere il posto di Gaines in campo e nei cuori di tifosi. E se Frank Gaines un anno fa è stato il miglior marcatore in Italia con oltre 20 punti di media, la Pallacanestro Cantù quesf anno ha deciso di pescare in un campionato "minore" come quello svedese per vedere se fosse possibile ripetere la scommessa. E così, spulciando qua e di là, il gm Daniele Della Fiori si è imbattuto in Corban Collins, secondo miglior marcatore in Svezia la scorsa stagione con il Lulea: 19.4 punti a partita, a cui ha aggiunto anche 4.4 rimbalzi e 4.8 assist. Numeri niente male. Scommessa Scommessa era Gaines, impegnato prima di Cantù nel campionato cinese, scommessa sarà Collins. Ma chiaramente l'Italia e la sua serie Aèun discorso po' diverso. Anche per Collins l'esperienza sarà altamente formativa, come si auspica il club e come spera il nuovo giocatore, uscito dalla Massanutten Militarv Academv e che in Europa ha disputato an-cheunastagioneinGe rmania nei Kirchheim Kniglits. «Sono entusiasta di unirmi alla Pallacanestro Cantù, un club storico. È unabenedizione. Non vedo l'ora di lavorare con i miei nuovi compagni di squadra e con il coa-ching staff». È atteso all'arrivo in aeroporto domattina Guardia americana di 1.90 per 86 chili, classe 1994, Collins è nato a High Point in Carolina del Nord. E dimostra di avere grande stima del campionato italiano: «Illivel- 10 è molto alto, tra i migliori in Europa. C'è tanto talento e, questo, credo renda le partite sempre molto combattute, indipendentemente dalla classifica Non vedo l'ora di confrontarmi coni giocatori più forti e di competere insieme ai miei compagni con le formazioni più blasonate». 11 profilo Guardia realizzatrice, è definito un elemento capace di rendersi in diversi modi: giocando il pick and roll, sfruttando il tiro da 3, oppure attaccando il canestro. Nonostante la sua vena realiz-zativa Collins è un esterno in gra- do di mettere in ritmo i propri compagni di squadra, applicandosi con energia anche in difesa. Una curiosità di quandoera un normalissimo ragazzino che guardava il basket in televisione, che fa capire quanta voglia di mettersi alla prova abbia il nuovo Usa di Cantù: «Sono cresciuto nutrendo grande ammirazione per Spud Webb (playmaker di L70, ex Nba, visto brevemente anche in Italia con la maglia di Verona, ndr). In campo era sempre ilpiù basso di tutti, eppure giocava ai massimi livelli e faceva cose per certi versi mai viste. Salti incredibili, schiacciate spettacolari e tanto altro. Tutto questo mi fece capire che anche io avrei potuto farcela pur non essendo molto alto. Nonostante questa ammirazione, onestamente, non ho un particolare giocatore preferito, forse perché me ne piacciono molti. Provo a imparare da ciascuno di loro, cercando di imitarli in palestra, mentre mi alleno». E, la prossima settimana Collins potrà allenarsi per la prima volta proprio in una palestra can-turina, pronto per la sfida con i colori biancoblù. Corban Collins, 25 anni, esterno di 1.90 che nell'ultima stagione ha giocato in Svezia al Lulea I II suo arrivo in Brianza è previsto domani mattina (in anticipo)