BASKET: SI RIPARTE Oggi le visite mediche, da domani il ritiro ad Aritzo per la nuova Dinamo con tanti giocatori italiani e rinnovate ambizioni " MARRAS A PAGINA SS t INTERVISTA |L'aUenatore ha costruito un gruppo che punterà sull'affiatamento e sulla qualità % _ E la Dìnamo dì Poz e degli italiani «Alla gente chiedo Lo stesso affetto e accettare qualche sconfitta» Coach Pozzecco, tra aggettivi per la Dinamo 2013/2O? « Connessa e responsabile anzitutto. Un aneddoto. Di solito gli americani approfittano dei tempi per il visto per arrivare dopo, invece Evans ha preso da solo L'appuntamento su Internet per accelerare L tempi» E it terzo aggettivo? «Italianità. Credo nella fide-li zzazione, in giocatori come Devecchi che diventano bandiere. Adoro Totti che ha iniziato e finito nella Roma. Ab-biamo puntato sugli italiani non perché siamo patriottici, ma perché crediamo hi loro, in quello che ci hanno fatto vedere come giocatori e co- L'AGENDA 13 agosto Ritiro ad Aritzo 21 agosto Ritiro al Geovillage Sport Wetlness & Convention Resort di Olbia 30 agosto Presentazione ai tifosi in Piazza Santa Caterina a Sassari 31 a gosto-1 settembre "Il Tomeo Air ItaLy" aLGeoPalace di Olbia 4 settembre Amichevole a Padru contro LAnadolu Efes Istanbul 7-8 settembre Tomeo Città di Oristano aL PaLaSport di Sa Rodia 10 settembre Amichevole al PalaDonBosco di Nuoro contro Ha poel Gerusalemme 14-15 settembre 9" "City of Cagliari" alPalaPirastu Dinamo Sassari " Olimpia Milano Khirnki Mosca - Hapoel Gerusalemme 18 settembre PalaSerradimigni Sassari - Giornata evento conclusivo del progetto Scuole Banco di Sardegna 21 settembre Bari: semifinale Supercoppa Italiana Dinamo Sassari-Vanoli Cremona 26 settembre Prima giornata campionato: Varese-Dinamo Sassari me uomini». Sulla carte, cosa avete in più e cosa in meno? «Si giocherà una pallacanestro forse un po' meno atletica ma più di conoscenza, con meno alti e bassi, perché gli americani vanno più a strappi. Dovremo difendere un pò" meglio e concedere meno ca- nestri facili». Otto Italiani In squadra, cosa significa? «Grande attaccamento e grande coesione di intenti. Senza distinzione tra due gruppi, come può accadere quando hai tanti stranieri. Non vedo giocatori che hanno individualismi, stranieri compresi. Pierre lo conosciamo, Bilan gioca per la squadra, Jerrels sa fare bene l'uno contro uno ma avrà il piacere di giocare per gli altri come già fatto in carriera, se Evans è rimasto 4 anni in Germania vuol dire che fa gruppo». Spissu play titolare, rischio o consacrazione? « Marco è forte, per questo sarà titolare. Gli sto dando una responsabilità che vale come stimolo per crescere ancora. Insisto, stimolo non pressione. Ma non è che vinceremo o perderemo perché lui parte in quintetto. Ci sono Jerrels, Vitali e uno importante come Stefano Gentile, Ognuno avrà responsabilità». La Serte A è cresciuta