VERSO I MONDIALI Sacchetti non promuove l'Italia «L'atteggiamento è da rivedere» » VERONA «Il bilancio di questo torneo non può dirsi positivo. Se escludiamo i buoni 30 minuti con la Russia, anche questa sera ciò che non mi è piaciuto è l'atteggiamento». Tra infortunati eccellenti sulla via del rientro e i "tagli" programmati al roster, il commissario tecnico Meo Sacchetti storce il naso per quanto visto nelle tre gare giocate dalla nazionale italiana nel torneo di Verona. La sconfitta rocambolesca con la Russia, nell'unico match roinimamente attendibile, e le vittorie contro le modeste selezioni di Senegal e Venezuela, non hanno accontentato il coach della nazionale, che sperava evidentemente in qualcosa di meglio da parte dei suoi. L'Italia, è bene ricordarlo, non aveva a disposizione Nick Melli (che non andrà ai Mondiali in Cina), il convalescente Gigi Datome (il suo rientro è dietro l'angolo) e la stella Danilo Galli-nari, a sua volta alle prese con il recupero dopo l'intervento d'urgenza per un'appendicite. «È vero, ci manca ancora qualche giocatore importante - ha riconosciuto Sacchetti- ed è noto il nostro deficit sotto canestro ma non è solo su questi punti che dovremo lavorare nei prossimi giorni. Già dal torneo di Atene affronteremo squadre davvero temibili e quei tre test ci diranno dove possiamo andare. Ho sofferto e soffro nel dover fare delle scelte come quelle che hanno coinvolto Andrea, Riccardo e Michele. Ma è il mio lavoro». Via dunque Cinciarini, Mora-schini e il neo-sassarese Vitali. «Non posso nascondere il grande dispiacere nel non continuare questo percorso insieme a voi - ha scritto Vitali su Instagram -. In queste qualificazioni abbiamo sofferto,lottato e gioito raggiungendo un obiettivo molto importante. Ora fategli vedere chi siamo!!! Grazie di tutto! Forza Regazzzzzz». Mercoledì a Roma nuovo test con il Venezuela, poi dal 16 al 18 il torneo dell'Acropolis con Grecia, Serbia e Turchia. Il 19 la partenza per la Cina direttamente da Atene. Il capitano Luigi Datome guida l'allenamento degli azzurri