Pancotto: «La salvezza sarà il nostro scudetto» Ieri il raduno della nuova Pallacanestro Cantù e l'incontro con i tifosi Cori e applausi per tutti, con gli americani sorpresi per l'affetto che i tifosi hanno riservato alla squadra. È iniziata con l'abbraccio dei fan brianzoli la nuova stagione della Pallacanestro Cantù, che ieri si è ritrovata per i primi test e l'incontro serale con i fan al centro Caimi. Una rosa quasi al completo, quella costruita dal general manager Daniele Della Fiori. Manca solo la guardia titolare. Festa per tutti, dunque, a partire dal nuovo allenato- re Cesare Pancotto, 64 anni, giunto al posto di Nicola Brienza, ora a Trento. «Per me è un momento di grande emozione - ha detto il nuovo tecnico - Tra giocare in una società, riconoscere certi valori e cominciare a viverli passa una grande differenza. L'impatto è stato bellissimo». «Faccio qualcosa che amo profondamente - ha aggiunto il coach - Sentire e assorbire questa passione verso Cantù, la pallacanestro e una società che vuole fare molto e dare lustro è ancora più importante». Sulle prospettive della squadra l'allenatore ha spiegato: «Il nostro scudetto sarà la salvezza. Un risultato che voglio ottenere dando forza e anima a questa formazione; abbiamo scelto giocatori giovani che insieme a noi hanno accettato una sfida che sarà difficile». Ma come giocherà la nuova Cantù? «Chi vuole salvarsi si deve prima di tutto difendere; poi cercheremo di valorizzare in attacco inventiva e capacità individuali». Al palasport Caimi Alcuni momenti dell'incontro con i tifosi organizzato ieri sera. Entusiasmo, cori, applausi e i tradizionali "selfie" hanno caratterizzato l'evento (fotoservizio Antonio Nassa) ----,----i -JBìBfcit