Uno staff di specialisti al servizio dei Giganti Il Medicai Lab biancoblù si occupa da due anni delle visite mediche e di monitorare gli atleti » SASSARI Altezza, peso e molto altro. In casa Dinamo si inizia a fare sul serio, a partire dalle visite mediche, che per i giocatori biancoblù non sono una semplice routine, ma il tassello iniziale di un percorso che durerà - come minimo -per tutta la stagione. Tutti i componenti del ro-ster 2019-'20 del Banco di Sardegna sono nell'isola e ieri hanno iniziato a sottoporsi ai controlli sanitari, che sono possibili grazie alla struttura "interna" nata due anni fa: il Dinamo Medicai Lab mette infatti insieme vari specialisti che lavorano in sinergia con l'obiettivo di "scomporre" ogni singolo atìeta in una serie di informazioni, con l'obiettivo di monitorare le performance e - in caso di infortunio - poter intervenire e lavorare avendo una conoscenza dettagliata del soggetto e della sua "storia". Gli specialisti, che operano sotto il coordinamento del club biancoblù, hanno dunque iniziato a lavorare sui giocatori del nuovo ro-ster: per la maggior parte di loro si tratta semplicemente della prosecuzione di un percorso iniziato da uno o due anni. È il caso dei giocatori confermati (Spissu, Devecchi, Polonara, Gentile Pierre, Magro e Bucarelli), mentre per i nuovi lo screening è appena iniziato. Del Dinamo Medicai Lab fanno parte gli specialisti Andrea Manunta, Antonello Cuccimi, Giuseppe Casu, Gianni Moi, Giommaria Ventura, Giuseppe Fais e Simone Unali, oltre al preparatore fisico dei biancoblù, Matteo Boccolini. (a.si.) Alcuni degli specialisti del Dinamo Medicai Lab