Basket II Brindisi abbraccia i suoi tifosi al PalaPentassuglia, prende il via la preparazione precampionato Happy Casa, parte la nuova avventura Entusiasmo alle stelle per il raduno dell'Happy Casa Brindisi di Antonio RODI BRINDISI - L'entusiasmo è già alle stelle, è contagioso. Il primo giorno di scuola corre via tra sorrisi, abbracci, pacche sulle spalle, selfie e autografi dentro un PalaPentassuglia ribollente di passione. Con tanto di applausi per tutti. Non poteva essere diversamente. Sfidando l'afa, il popolo deUa "Stella del Sud" ha voluto così dare il benvenuto ai loro beniamini. Un giorno particolare, pertanto come mancare al primissimo assaggio della nuova stagione? Tantissima la curiosità attorno alla nuova Happy Casa, alla "creatura" venuta fuori dal mercato estivo. Un varo che ha confermato lo stretto legame tra la squadra e la tifoseria, che già al primo impatto si è dimostrata calorosa e smaniosa di fare la conoscenza con quelli che saranno gli attori protagonisti del nuovo cammino biancazzurro, che vedrà impegnata la squadra allenata da coach Frank Vitucci in campionato e nella BasketBall Cham-pions League. Un grande inizio, non c'è che dire. Passione e calore non vengono mai meno per questa squadra, anzi vedere un gran bel manipolo di tifosi all'interno della struttura di contrada Masseriola non è altro che la conferma che, da queste parti, il "progetto basket" va avanti a gonfie vele. Dopo un'estate piena di lavoro, condotto dietro la scrivania dalla dirigenza, da ieri ha avuto inizio una nuova avventura, che si spera densa di gioie e soddisfazione così come accaduto la scorsa annata. La si comincia portandosi dietro la passione, il fervore e l'esaltazione di una tifoseria che è già pronta a sostenere i suoi beniamini, ad accompagnarli ed essere al loro fianco sin da subito. «Sono eccitato, l'idea di giocare di fronte a dei tifosi così caldi come quelli di Brindisi mi esalta davvero molto. Vogliamo ripagare questi tifosi e renderli orgogliosi di noi. Non vedo l'ora di giocare e fare delle buone prestazioni», le parole di un'entusiasta Kelvin Martin, uno dei primissimi giocatori ingaggiati dal club biancazzurro. Tra i più "ricercati" ovviamente John Brown ed il capitano Adrian Banks, oltre ovviamente ad Alessandro Zanelli (terzo riconfermato della passata stagione) e al capo allenato Frank Vitucci. Un vero e proprio bagno di folla per giocatori, staff tecnico e società in vista di un'annata che vedrà la New Basket ai nastri di partenza della massima serie per l'ottava stagione consecutiva. C'è da essere orgogliosi per la passione che si continua a registrare attorno alla squadra, ma bisogna restare con i piedi per terra. I presupposti per fare bene ci sono tutti, ma guai ad illudersi o fare voli pindarici. Il cammino che attende la "banda Vitucci" non sarà semplice, tutti però sono carichi per questa nuova avventura, ognuno è consapevole dell'impegno che lo aspetta nel preparare ed affrontare un'annata così lunga e densa di partite. È una squadra nuova, anche per questo avrà bisogno di tempo per amalgamare il gruppo e rendere il gioco efficace. Adesso c'è da lavorare sodo, tra parte atletica e tecnica. Ogni giorno sarà quello buono per mettere benzina nel motore e crescere sotto l'aspetto tecnico. Coniugando il lavoro in palestra e l'entusiasmo che una tifoseria come quella biancazzurra è capace di dare, i risultati non tarderanno ad arrivare. Ora bisogna pensare di arrivare pronti al primissimo impegno ufficiale della stagione 2019/2020, ovvero alla Supercoppa Italiana del 21 e 22 settembre prossimi di cui la Happy Casa sarà una delle quattro protagoniste. Di fatto l'antipasto all'inizio del campionato che scatterà appena qualche giorno dopo.