BASKET Riecco la Fortitudo Sfida d'altri tempi L'ultima sfida a Masnago è datata ottobre 2007: domenica Varese ritrova una delle avversarie storiche. Riecco la «F», rivale da sempre i prossimi avversari Domenica a Masnago toma il sapore di una sfida d'altri tempi Openjobmetis contro Fortitudo: le suggestioni non mancano Poz, Meneghin, Galanda e Recalcati da Varese a Bologna Varese riapre il libro dei ricordi per rinverdire i fasti della storica rivalità contro la Fortitudo Bologna. Domenica all'E-nerxenia Arena il nuovo corso del vecchio club radiato per debiti nel luglio 2012 si ripresenterà a quasi 12 anni dall'ultima visita datata 21 ottobre 2007. Ma negli anni '90 e nei primi anni 2000 l'Aquila bolognese è stata una delle rivali più temute sul campo e sentite dal pubblico varesino, sin da quando nei playoff della stagione 1993/94 le due tifoserie vennero a contat- to nell'intervallo del ritorno degli ottavi playoff e il pubblico "normale" sfociò sul parquet di Masnago per non farsi coinvolgere dalla scaramuccia. Ci fu chi addirittura schiodò le panche di legno della tribuna per utilizzarle come oggetti contundenti, e proprio per quel motivo si provvide a dotare le tribune di Masnago di seggiolini di plastica. Dal 1993 al 2006 la proprietà di Giorgio Seragnoli portò infatti la Fortitudo Bologna ai vertici d'Italia e d'Europa; i successi raccolti rispetto ai da- nari investiti furono relativamente pochi (2 scudetti e una Coppa Italia) a dispetto dei tanti big - su tutti gli azzurri Myers, Fucka e Basile - che vestivano le sue maglie, ma nel corso degli anni le sirene dell'Aquila sottrassero a Varese una lunga serie di protagonisti della Stella. Il coach Carlo Recalcati e Gek Galanda lasciarono le Prealpi dopo il trionfo del 1999 regalando il primo Scudetto 12 mesi dopo alla società felsinea. Nell'estate 2000 fu Andrea Meneghin a lasciare la sua città natale per trasferirsi alla Fortitudo, dove complici i primi sintomi del problema all'anca che lo costrinse al ritiro a soli 30 anni non riuscì mai ad incidere, mentre nel 2003 toccò a Gianmarco Pozzecco seguire lo stesso percorso. Con l'addio obbligato di Seragnoli iniziarono i problemi finanziari che portarono alla retrocessione in LegAdue nel 2008/09, alla successiva rinuncia al professionismo ripartendo dalla DNA e alla chiusura della società nel 2012 con diversi tentativi di ripartenza sotto altre denominazioni (la Biancoblù nata nel 2011 resistette solo due anni in LegAdue, gli Ea-gles iscritti alla DNA durarono un paio di mesi nel 2012/13). L'attuale asse societario è stato ricostituito nel 2013 da un gruppo di tifosi composto prevalentemente dai membri della Fossa dei Leoni, il gruppo più caldo dei supporters della curva; ripartita dalla serie B nel 2013/14  giocò una semifinale di Coppa Italia contro Legnano - la nuova Fortitudo 103 (il codice FIP della società originaria radiata nel 2012) salì in A2 nel 2014/15 dopo l'arrivo in panchina di Matteo Bo-niciolli. Il ritomo in A è arrivato al quarto tentativo, conquistando la promozione nel 2018/19 grazie alla vittoria nel girone Est. Dieci anni dopo la retrocessione a Teramo del maggio 2009, la Fortitudo si è riaffacciata nella massima serie con due brillanti vittorie a Pesaro e in casa contro Venezia. E domenica arriverà all' Enerxenia Arena con lo status della capolista, seppur a braccetto con altre quattro squadre a punteggio pieno. Per Varese tornerà il sapore delle sfide di altri tempi, quando battere la grande Fortitudo poteva nobilitare un'intera stagione da centro classifica; oggi la Pompea appartiene alla stesso gruppo dell'OJM, puntando ad una salvezza tranquilla con i playoff come sogno nel cassetto anche se il ro-ster - con l'ex Stipcevic, l'azzurro Aradori ed un mix di veterani come Leunen, Mancinelli e Cinciarini e giovani da seguire come il play Fan-tinelli e l'esterno Rober-son - è competitivo e profondo. Ma anche se Varese-Fortitudo non varrà più la Coppa Italia o il primato in classifica come nel magico 1999, domenica a Masnago sarà un match sentito come ai tempi d'oro... Giuseppe Sciascia © RIPRODUZIONE RISERVATA L'ultimo confronto a Masnago tra Varese e la Fortitudo risale al 21 ottobre 2007