Sa. Kodìa. Ieri in Consiglio comunale l'attacco di alcuni esponenti dell'opposizione Palazzetto, dopo la Dinamo il vuoto Futuro sospeso per il nuovo impianto, Comune in cerca dì un gestore Dopo il tifo scatenato per ì Giganti della Dinamo, ìl silenzio. Il nuovo Palasport dì Sa Radia è ancora chiuso e il suo futuro è in sospeso. L'amministrazione è decìsa ad affidarlo in gestione entro l'anno, ma al momento la struttura resta inutilizzata. £ la minoranza incalza con il gruppo della Civica che anche ieri sera in Aula ha chiesto lumi sulle reali intenzioni dell'esecutivo per il palazzetto da quasi tremila posti. AJ pai» Inaugurato con tanto di benedizione e preghiera, il nuovo palazzetto è stato aperto al pubblico solo per due giorni in occasione del quadrangolare di basket. Evento riuscito, applausi e persino i complimenti della Dinamo ma adesso si deve guardare al futuro. -Noi sia- mo i primi a voler aprire il Palasport e volerlo affidare in gestione - ha ribadito ìl sindaco Lutzu, 56 anni - ma non è semplice perché sì tratta di un impianto molto grande che richiede un impegno notevole*. Dirigenti e uffici comunali sono gii al lavoro per trovare la soluzione migliore, ci sono stati diversi incontri e si stanno valutando varie ipotesi per rendere operativo il palazzetto, che era stato finanziato dalia Giunta Soru nel 2006 con s milioni di euro. «Una delle strade potrebbe essere la manifestazione di interesse - osserva l'assessore allo Sport Francesco Pinna, 78 anni - ma al momento è solo una delle possibilità. Inoltre non bisogna dimenticare che ci sono ancora alcuni lavori da completare all'esterno». Nel frattempo in Comune non passa giorno in cui non arrivano richieste per poter utilizzare la struttura che potrebbe ospitare anche grandi eventi, non esclusivamente sportivi (come avviene in tanti altri palazzet-ti dello sport). Tanto più in un momento in cui la città non ha ancora il suo teatro a disposizione (i lavori al Ga-rau stanno iniziando proprio in questi giorni) e uno spazio come quello del Palasport potrebbe essere utile. «Ci sono società sportive, federazioni, il Coni e persino centri medici che si stanno facendo avanti» aggiunge Lutzu. L'attacco Ma ancora non c'è una decisione e i consiglieri della Civica incalzano: <- Non risulta pubblicato nessun bando per l'affidamento del nuovo palazzetto dello sport - ha detto Peppi Puddu - cosa state aspettando? Non si può rischiare che la struttura resti ancora chiusa, col ri- schio che finisca nel mirino dei vandali come già accaduto in passato per altre opere». I consiglieri hanno chiesto anche chiarimenti sulla struttura che, a causa di limiti di altezza, non può ospitare partite internazionali di pallavolo. E dai banchi della Giunta è stato ribadito che certe gare si potranno comunque disputare chiedendo una deroga alle Federazioni, In Aula In Consiglio, intanto, tra varie interpellanze e la discussione di mozioni, i riflettori sono puntati anche sullo scacchiere politico: un nuovo gruppo potrebbe affacciarsi a breve in Aula. Manca ancora l'ufficialità, ma i consiglieri ex dì Forza Italia Angelo Angioi e Lorenzo Pusceddu e l'ex Udc Pep-pi Puddu sono pronti a cambiare dì nuovo casacca e a passare con Fratelli d'Italia (dopo che nei mesi scorsi avevano costituito U gruppo La Civica insieme all'ex candidato sindaco del Pds Vincenzo Pecoraro). Una novità che potrebbe essere significativa per gli equilibri in Consiglio: i tre infatti nei giorni scorsi hanno votato contro il bilancio consolidato, sancendo di fatto il loro passaggio in minoranza. Sarà da capire se la posizione resterà tale anche dopo l'ap-prodo in Fratelli d'Italia, partito al governo della Regione insieme a sardisti e altri alleati di centrodestra. Valeria Pinna RI "r:Q3i- Z]CJ il RISI RvATA LA GARA Nella foto La partita della Dinamo in occasione dell'inaugurazione del palazzetto, sopra Peppi Puddu, 56 anni Francesco Pinna, 78 anni e Angelo Angioi, 52