GLI AVVERSARI Con l'Aquila in comune Mitchell e due finali scudetto disputate » SASSARI Trento approda in Lega A lo stesso anno in cui la Dinamo vince la prima Coppa Italia. Ora Sassari-Aquila è una sfida anagrafica-mente giovane ma ben radicata negli albi e nella memoria delle tifoserie. L'Aquila vive il sesto anno in serie A con all' attivo due finali scudetto, perse, contro Venezia e Milano. Olimpia e Reyer, stesse protagoniste delle due finali scudetto giocate da Sassari: vincente contro le scarpette rosse in occasione del triplete e poi sconfitta al Taliercio di Venezia al termine della sontuosa cavalcata dello scorso anno. In tanti vedevano in Trento una gemma sul modello Dinamo, alla quale la società dell'Aquila aveva dichiaramente detto di ispirarsi. Nel 2014-' 15 è primo appuntamento per le due squadre. Trento le vince tutte e due (104-82 e 84-92) con 55 punti complessivi di Tony Mitchell. Mitchell, lo stesso giocatore che l'8 gennaio 2016firmaaSassarimanonfain tempo a scendere in campo nel revival contro i bianconeri trentini causa taglio del 16 marzo a 8 gironi dal match. Tornando al 2014-15, Dinamo e Aquila si ritrovano ai playoff. Ko in garal in trasferta (81-70) tutto sembra perduto. Invece arriva la svolta e si chiude sul 3-1 con festa memorabile in Club House e Toto Forray- play trentino - a brindare sino a tardi con supporter biancoblù e bianconeri mentre la Dinamo vola verso lo scudetto. La stagione regolare 2015-'16 si chiude ancora sul 2-0 per Trento: la gara di andata, fra mugugni e fischi al palazzetto, porta il presidente Sardara ad un amaro sfogo che a fine partita fa tremare i polsi alla tifoseria sassarese. L'anno dopo Sassari sfata il tabù da stagione regolare e contro l'Aquila vince in casa e in trasferta. Il destino però ripropone la sfida anche ai playoff: netto il 3-0 bianconero che proietta la Dolomiti in finale scudetto. Nel 2017-' 18 le due squadre si spartiscono la posta in palio: a 78-67 a Sassari, 87-81 Trento. Così anche l'anno scorso: 71-66 oltre Tirreno e 88-70 in Sardegna. Giovanni Dessole Spissu in azione contro Trento