«Grande intensità, ma la concentrazione è la nostra vera arma» Coach Pozzecco, espulso, dà la parola al suo staff «Sono davvero orgoglioso di lavorare con loro» coach della Dinamo Pozzecco protesta con gli arbitri dall'inviato I TRENTO Farà anche collezione di falli tecnici, mala sua personale collezione di vittorie in sella alla Dinamo è ancor più stupefacente. A fine gara coach Pozzecco, espulso per doppia sanzione in avvio dell' ultimo periodo, si fa da parte e regala la vetrina al suo staff: «Sono orgogliosissimo di loro», dice, dando la parola agli assistenti Edoardo Ca-salone, Gerry Gerosa e al preparatore Matteo Boccolini. «Sapevamo che per venire qua e giocare la partita sarebbe servita grande intensità - dice Casalone - Trento è un campo caldo e l'Aquila è una squadra ben allenata. Non è stata una scampagnata, infatti, è stata una gara molto dura ma anche molto divertente. Ci sono stati diversi strappi, i nostri ragazzi hanno fatto un super lavoro, sono stati sempre concentrati: quando sono andati sotto, quando dopo essere stati davanti sono finiti a -1 non hanno mai smesso di giocare. Stanno lavorando, sono un vero gruppo, siamo un gruppo, persone che stanno imparando a stare insieme e che si divertono. Questa vittoria ci serviva per continuare a costruire quello che facciamo in settimana». La Dinamo è stata presentis-sima dal punto di vista mentale. «La gara è stata decisa da un episodio - dice l'assistente -, complimenti a Trento che aveva giocato in settimana, ma complimenti soprattutto a noi. Dal punto di vista mentale c'eravamo. La Supercoppa ci ha permesso di entrare nel clima delle partite importanti. Il fatto di avere vinto due partite al supplementare, giocando pun- L'assistente Edoardo Casalone «Gara durissima e anche molto divertente Anche quando Trento è rientrata dal-13, non abbiamo mai smesso di fare la nostra partita» to a punto, ci ha dato qualcosa in più. Sono davvero contento». «Avere iniziato un po' prima dal punto la preparazione - dice Jerry Gerosa - ci garantisce prontezza nei momenti che contano. La gara è andata a strappi e si è decisa sugli episodi. Bravo Jerrells a segnare quel canestro davanti a un grande difensore». «Siamo davvero contenti -aggiunge Matteo Boccolini -, vincere qui non è mai facile, contro una squadra intensa che non molla mai. È stato un test importante che è stato superato. Nell'intensità degli allenamenti la squadra sta mettendo quel qualcosa di più, ed è questo che ci sta facendo fare il salto di qualità», (a.si.)