Vitucci: «Due punti che premiano il grande lavoro di questo gruppo» BRINDISI Soddisfatto lo è Frank Vitucci, e non potrebbe essere altrimenti. La vittoria ottenuta contro la Leonessa Brescia è a dir poco meritata, grazie a tantissima consistenza e carattere che la squadra ha dimostrato nell'arco dei 40 minuti. «Una vittoria eccezionale», dice l'head coach biancazzurra, «tenuto conto del valore dei nostri avversari. Avevo cercato di far capire ai ragazzi che per provare a superare Brescia bisognava alzare l'asticella sia in difesa che in attacco ed i ragazzi sono stati fantastici nel fare ciò. La squadra ha risposto alla grande e questo mi inorgoglisce particolarmente». Brindisi è stata capace di giocare una partita di grande energia, riuscendo a conquistare due punti importantissimi. I primi della stagione 2019/2020 davanti al pubblico amico del PalaPentassuglia. Risaltano alcuni numeri: In primis la valutazione di squadra (96 a 75), poi il numero degli assist smazzati complessivamente (17 contro 9), che dicono molto sull'andamento della contesa e sulla piega che, strada facendo, la stessa ha preso. «Abbiamo vinto contro una squadra più forte di noi, contro una squadra che è destinata a recitare un ruolo di primo piano in questo campionato», tiene a sottolineare l'head Sul ko di Brescia Le parole di coach Esposito: «Abbiamo ancora tante cose da sistemare» coach della New Basket. «Quello di stasera (ieri per chi legge, ndc) è un successo che cancella la brutta prestazione al debutto contro Cantù, ma al tempo stesso non deve farci perdere di vista quelli che sono i nostri obiettivi. Questa partita dimostra che il lavoro paga, sempre. Abbiamo fatto dei passi in avanti molto importanti, ma dobbiamo restare assolutamente con i piedi per terra. E per un motivo molto semplice: di strada da fare ne resta ancora tantissima. Son due punti che danno morale ai ragazzi e che, per il futuro, possono essere fondamentali». «Anche guardando i numeri della partita», continua Frank Vitucci, «questi ci confortano. Non ci siamo mai scomposti e quasi sempre siamo riusciti a trovare buone soluzioni in ambedue le parti del campo. I ragazzi sono stati molto bravi nel non farsi sovrastare dalla maggiore fisicità di Brescia. Ben altro stato d'animo, ovviamente, sulla sponda bresciana: «Dobbiamo essere bravi ad adattarci alle diverse situazioni», dice coach Vincenzo Esposito. «È ovvio che abbiamo ancora tante cose da sistemare, e non potrebbe essere altrimenti in questa fase della stagione. Ed è normale anche per una squadra nuova come la nostra, che lavora al completo da due sole settimane. Le sconfitte servono a capire un po' di cose sia a me che ai ragazzi. C'è ancora da lavorare tanto, e dobbiamo farlo nel miglior modo possibile per riuscire a mettere tutti nelle condizioni di poter fare bene». A.Rod. IL COACH Francesco Vitucci (Foto di Max Frigione) @ RIPRODUZIONE RISERVATA