Basket Acqua San Bernardo Brutto ko con Reggio SERVIZI ALLE PAGINE 50-51 Basket serie A San Bernardo sconfitta nell'esordio casalingo Tenerissima Cantù E alloralatagli con un Glissili (Bon) Lasfida.Sonoro ko della San Bernardo con Reggio Emilia Biancoverdi ancora acerbi per un'avversaria del genere SANBERNARDOCANTU 75 GRISSINBONRECGIOEMIUA 92 ACQUA SAN BERNARDO: Clark 16 (6/13), Young16(6/16),Pecchia(1/2),Wilson7(3/9), Hayes16(7/10);Collins(0/2),LaTorre2(1/2), Burnell 8 (4/5), Simioni (0/3), Rodriguez 6 (2/6). N.e.: Procida, Baparapè. Ali.: Pancotto CRISSINBON:Mekel11(4/7),Johnson-Odom 13 (5/10), Fontecchio 14 (6/10), Upshaw 14 (5/10),Owens14(6/6);Pardon4(2/6),Candi 3 (1/2), Poeta 4 (1/2), Vojvoda 15 (4/6). N.e.: Infante, Cipolla, Diouf. Ali.: Buscaglia ARBITRI: Vicino, Sardella, Brindisi NOTE-Parziali:;t.l.:Can9/11,Reg16/21:t.2p: Can24/41,Reg26/36;t.3p:Can6/26,Reg8/17; rimbalzi:Can28(Burnell7),Reg39(Owens7); assist:Can14(Rodriguez4),Reg22(Mekel10). Nessun uscitoper5falli:antisportivoaClark al3T25"(53-71);tecnicoaYoungal14'31"(22-24)eaPancottoal16'57"(28-32).Spettatori 3.222, incasso non comunicato. FABIO CAVAGNA DESIO Non c'è stata storia Né, soprattutto, partita. La Grissin Bonha iniziato avanti e ha chiuso avanti Incrinandosi qua e là, senza peraltro inai dare l'impressione dilasciarsela veramente sfuggire. L'Acqua San Bernardo, dunque, nel debutto casalingo in campionato non replica il bel successo colto a Brindisi nella giornata inaugurale e dopo aver osservato il turno di riposo si arrende al Pala-BancoDesio senza colpo ferire. Soloqualche guizzo Reggio le è stata superiore in tutto. Punto. Per inciso, va detto che la Reggiana un tantinoambiziosalo è. Non si spiegherebbero altrimenti diversamente gli arrivi ad esempio di Mekel (10 assist ieri) e Owens (23 di valutazione), valea dire giocatori dallo spiccatoprofi-lo europeo nel contesto di una squadra costata più di quella che l'hapreceduta e che si pone quale obiettivorimmediato ritorno nel- le coppe continentali, non prendendo dunque neppure in consi-derazionel'ipotesidinonaccede-reaiplayoff «Partita significativa e indicativa», la definizione che, in chiave canturina, dava Bruno Arrigoni nelleoreimmediatamenteprece-denti il match. E un personaggio navigato come lui, consulente tecnico del club brianzolo, diffìcilmente prende lucciole per lanterne quando c'è da concionare in materia di basket. E ancora una volta il "vecchio" saggio ci hapre-so. Cantù non è ancora svezzata per un certo tipo di avversaria, anche se l'affermazione in terra di Pugliaavevasollecitato la fantasia a prendersi qualche licenza. Coach Buscaglia se ne ritrova sei in doppia cifra, cavalcando diverse certezze poiché alcuni dei suoi sono certamente delle garan- zie. Aprescindere. Dall'altraparte, Pancotto ha un solido BurnelL qualcheguizzodaYoungeHayes, ma complessivamente poco altro. Con reazioni più individuali che di squadra Una squadra parsa talvolta scarica di energia che è così andata malamente sotto in difesa lasciando fare. C'è la giovin Italia nel faccia a faccia Pecchia/Fontecchio tra i quintetti spediti sul legno, ma il corpo a corpo iniziale premia Reggio, abilissima a sf ruttare le incertezze di un'avversaria assai pasticciona. E così è 0-10 al 3' - con Pan-cottogiàcostrettoaricorrereaun timeout - e 3-14 al 4'. Il coach di casa provvede alle prime rotazioni e la squadra risponde presente: 10-15 al6'30".Allaprimasirenaè 15-19,conlaGrissinBonche attacca ripetutamente ilferro, mentre la San Bernardo gira la palla più perimetralmente. Tutto ciò in un contesto piuttosto modesto che produce 10 palle perse totali. Sì chiude nel terzo quarto Vojvoda infila 10 punti praticamente di fila e i biancorossi riprendono slancio in chiusura di seconda fi-azione sul 28-37. All'intervallo lungoè32-39, con Young autore di 10 punti. Cantù - che, per lacronaca non è andata ancora in lunetta.. - ha tirato inegual misura (18 volte) da due (10 centri) e da tre punti (4 bersagli), mentre la Reggianahadecisamente optato per la soluzione interna, anche perché assai efficace (15/21), trascurando quasi le triple (1/5). Nel 3° quarto la San Bernardo inlunetta iniziafinalmente ad andarci, ma il problema non era (ed è) ovviamente soltanto quello. E infatti a metà del periodo la Gris-sinBon (nelle cui fila nelfrattem-po, è decollato Upshaw) allunga (42-58) per poi ritrovarsi sulsuo-no della terza sirena sul 53-68. L'impressione che sia definitivamente finita è certificata al 33' quando Cantù va sotto di 23 (55-78). Nel finale qualcuno aggiusta un po' i propri numeri, senza peraltro cambiare la sostanza delle proprie prestazioni. Andrea Pecchia va a concludere a canestro mentre il suo avversario si accusa del fallo commesso foto butti Camerari Young affonda la penetrazione contro Derek Pardon Jason Burnell sull'opposizione di due avversari Serie \ LegaBasket 3a giornata di andata Prossimo turno - Sab 12/10, ore 20:30: Pistoia-Roma. Dom 13/10, ore 12: Sassari-Trieste; ore 17: Venezia-Cantù; ore 17:30: Milano-Brindisi; ore 18: Brescia-Trento; ore 18:30: R.Emilia-Cremona; ore 19: Pesaro-Virtus Bologna: ore 20:45: Fortitudo Bologna-Treviso. Riposa: Openjobmetis Varese. La Provincia Contro auto in gara: grave ciclista Jpmj