Gioia Le parole di Milos: «Sono stanchissimo, non aspettatevi che sia sempre così» «Non vedevo l'ora di tornare in campo» Filippo Mazzoni Bologna E' STATA la vittoria della squadra, ma è stato soprattutto lo straordinario esordio in bianconero di Milos Teodosic. Il playmaker serbo oltre ai 22 punti e 7 assist ha dominato la sfida con Venezia. «Il basket mi è mancato tanto - conferma Teodosic- E' stata una grande vittoria. Abbiamo avuto dei momenti di difficoltà ma soprattutto la difesa è stata il fattore più importante per vincere e recuperare la partita. La mia prestazione? Non aspettatevi che giochi così tutte le partite: adesso sono stanchissimo. Ho giocato bene perché gli altri hanno giocato bene. Tutti noi abbiamo fatto qualcosa per vincere la partita sia in difesa che in attacco». Parole che testimoniano lo spessore di un campione. «E' stata una vittoria importante per come l'abbiamo ottenuto - sottolinea invece coach Djordjevic (nella foto Schicchi)- non è una prestazione da ogni domenica stare sotto per 35', continuare a difendere e poi trovare la forza di vincere una partita contro una squadra forte come Venezia. L'applauso di Djordjevic «Bravi perché abbiamo trovato le energie per ribaltare tutto dopo un lungo inseguimento» Nel primo quarto hanno fatto 4 triple di fila, mettendo a segno 19 punti, poi invece con energia abbiamo messo a posto le cose e si è visto». IL TECNICO sottolinea l'importanza di tutto l'organico. «La panchina è stata fondamentale. Teodosic è stato straordinario all'inizio, ha dato qualità e tranquillità; è un leader e si vede anche se è lontano dalla perfetta forma fisica per giocare queste partite ogni 3 giorni. In ogni caso guardo la squadra e la prestazione di tutti: Baldi Rossi nel secondo tempo ha fatto un ottimo lavoro difensivo su Daye; stesso dicasi per Hunter chirurgico. Tutta la squadra non ha mai mollato, si abbiamo fatto errori, però come si dice in questi casi è sempre meglio quando si vince». Djordjevic predica pazienza. «Non dobbiamo forzare certe situazioni o certe conclusioni. Dobbiamo avere pazienza, Weems ha dimostrato di averla, comunque c'è poco tempo tra 3 giorni si gioca di nuovo. Ora faremo analisi video e poi prepareremo la sfida di mercoledì con il Maccabi Rashon. Raggiante anche il patron Massimo Zanetti, che ha abbracciato uno a uno tutti i suoi giocatori. «Grandissima prestazione. A metà ero un po' disperato e invece è arrivata una grande gioia per tutti noi. Bella vittoria davvero davanti ad un pubblico fantastico. Teodosic? E' un mostro, quando entrava cambiava la partita, ha fatto la differenza. La femminile? Sono andato a Chianciano hanno giocato bene, ma hanno perso. Arriveranno anche loro». © RIPRODUZIONE RISERVATA