BASKET CARPEGNA PROSCIUTTO UTILIZZO PER I DUE INFORTUNATI DECIDERÀ' LO STAFF TECNICO ALL'ULTIMO MOMENTO SE SCHIERARLI DOMENICA IN CAMPO INCASSI IN VISTA DOPO LA FORTITUDO, DOMENICA ARRIVA LA VIRTUS: L'UNICO CHE DI CERTO SORRIDE E' IL... BOTTEGHINO Pusica e Eboua ormai vicini al rientro Infortuni Domani forse l'innesto con la squadra. Ma Cioppi resta cauto: «Non vogliamo rischiare» ¦ Pesaro DETTO in americano sarebbe «work in progress», detto al bar diventa: un passettino alla volta per cercare di capire se domenica contro la Virtus Bologna - uno squadrone con un play che da solo vale il biglietto - la squadra potrebbe presentarsi davanti ai propri tifosi, un po' più lunga e un po' più solida. Perché, benché ancora il play Pusica e l'aletta Eboua stiano facendo un lavoro differenziato rispetto alla squadra, i tempi di avvicinamento al gruppo si stanno assottigliando. «Sia Pusica che Eboua - dice il ds Stefano Cioppi - hanno lavorato anche ieri, soprattutto con il preparatore atletico Venerandi. Martedì ci potrebbe essere il loro innesto con il resto della squadra. Ma il loro rientro andrà monitorato giorno dopo giorno, capire quali sono i progressi, dopodiché sulla scorta dei miglioramenti spetterà allo staff tecnico e soprattutto a Perego valutare se farli scendere in campo domenica contro la Virtus. Se non ci sono le condizioni migliori è inutile forzare il loro rientro, andando a rischiare». E' tutto un passettino alla volta per- ché solo due giorni fa è sceso a Pesaro il nuovo pivot Chapman. Quindi un altro giocatore che deve inserirsi e capire il gruppo. Questo anche se Lide-ka, almeno fino ai primi giorni di novembre sarà comunque con la formazione: cosa non da poco soprattutto per quello che riguarda gli allenamenti. Dopodiché una volta concluso il contratto a tempo sia la società che lo Lydeka Il pivot resta a disposizione della squadra fino a novembre: un grosso aiuto negli allenamenti stesso pivot decideranno la strada da prendere. SICURAMENTE un inizio di campionato non facile per la formazione di Perego perché si è ritrovata con due giocatori azzoppati per un paio di settimane ed adesso occorre inserire nei nuovi meccanisimi anche il nuovo pivot. «Certamente - continua Cioppi -tutti questi fattori hanno ritardato la crescita della squadra ma devo dire che coach Perego è stato bravo a non cercare alibi, e non si è mai pianto addosso. Una squadra che ha bisogno di tempo per crescere e migliorare, il tutto cercando naturalmente di vincere e portare a casa il risultato». INSOMMA la società cerca e chiede occhi benevoli per questa Carpegna Prosciutto che - va detto - ha avuto un impatto di campionato molto duro a partire dal primo match disputato in casa contro la Fortitudo Bologna, squadra piena di vecchi marpioni ed anche molto più pesante. Poi è arrivata la trasferta di Sassari e dopo questa pausa di campionato domenica arriva al Palavitrifrigo la Virtus Bologna, uno degli squadroni del campionato, che ha messo sul tavolo nel corso dell'estate un pacco di soldi. Questo anche perché la federazione internazionale vede in Bologna la seconda piazza italiana ideale, assieme a Milano, per partecipare al massimo torneo continentale. Insomma peggio non si poteva iniziare. Chi gode è solamente il 'cassiere' perché contro le bolognesi, dal botteghino arrivano sempre buone notizie. m. g. LAVORO DIFFERENZIATO II play Pusica durante una delle partite di preparazione, al «Memoriale Ford»