BASKET mmfàt tottì qui solo Fot ^-.| ^/aO 5M.V i Lo striscione della Curva Nord Trieste al Palalido e a destra quello dei tifosi bresciani durante l'ultima partita di Eurocup Un lungo commosso minuto di applausi per Sveva ha attraversato l'Italia TRIESTE. L'hanno capito tutti. Hanno lasciato parlare il cuore. Su tutti i campi di basket d'Italia, prima della palla a due, giocatori e pubblico hanno tributo un lungo, affettuosissimo applauso per ricordare Sveva. Quell'applauso era stato deciso dalla Federazione Pallacanestro ma quello che si è visto in tutti i palaz-zetti non è stato un gesto formale nel rispetto di una disposizione scritta. Da parte di tutti, ovunque, immagini di partecipazione, di occhi lucidi, di commozione. Molte tifoserie hanno deciso di preparare striscioni per ricordare quella bambina triestina di otto anni che si era trasformata in una dolce guerriera per combat- tere la sua terribile battaglia. Lo hanno fatto naturalmente i ragazzi della Curva Nord al seguito della Pallacanestro Trieste al Palalido. Avevano fatto sentire il loro affetto ai genitori di Sveva anche il giorno prima, durante la funzione laica in via Costalunga. Ma striscioni hanno ricordato Sveva anche su molti altri campi. La LegaBasket in un video ha riassunto quel lungo minuto sui parquet della serie A. Il seguitissimo sito specializzato "La Giornata Tipo" -che in questi mesi è sempre rimasto vicino alla famiglia di Sveva - con i suoi canali social ha mostrato le dimostrazioni d'affetto e il minuto di applauso che si sono visti anche sui campi delle se- rie minori e delle giovanili. Accanto al tributo del Pala-dozza e del PalaVerde ecco Mola e Medicina. Le immagini più toccanti sono però quelle delle squadre dei bambini. Minibasket. Dritti in mezzo al campo, composti, convinti nel battere le mani. Coetanei di Sveva o poco più grandicelli, ai quali sensibili istruttori hanno raccontato la storia di quella bambina che con una maglietta rossa e un tenero sorriso tirava a canestro e amava il basket proprio come loro. No, non è stato un gesto formale. Quell'applauso lungo un minuto per Sveva ha toccato il cuore del basket italiano. R.D.