La Dinamo punta Trieste per superare il primo step I biancoblù di Pozzecco vogliono il poker di vittorie prima del turno di riposo Solo la corazzata Bologna resiste al primo mini-tentativo di fuga sassarese di Andrea Sini » SASSARI Una partenza lanciata per riprendere il filo interrotto dopo la finale scudetto, ima sùiscia vincente per dare continuità al lavoro svolto durante un precampionato non privo di contrattempi. Con cinque vittorie nelle prime cinque gare ufficiali della stagione, la Dinamo non poteva sperare in ima partenza migliore: dopo i due successi di Bari, con la conquista della Supercoppa, in campionato sono arrivati i blitz di Varese e Trento, con in mezzo la netta vittoria interna ottenuta contro Pesaro. Punti pesanti. Successi dal peso specifico alto, soprattutto quelli esterni, ottenuti contro due serie candidate alla corsa playoff: Varese, schiantata a Masnago da Spissu e compagni con 22 pimti di scarto, ha già dimostrato di essere tutt'al-tro che una squadra materasso, avendo poi vinto a Trieste con un roboante +30, per poi abbattere laFortitudo Bologna (+23) nel match di domenica. Trento, che dopo l'addio di coach Buscaglia è ripartita da un giovane emergente come Brienza, aveva invece fatto fuori prima Pistoia, per poi andare a prendersi i due punti sul campo di quella Reggio Emilia che due giorni fa ha battuto Cantù fuori casa con 17 punti di scarto. Primi step. Il primo traguardo stagionale, la conquista della Supercoppa, è stato raggiunto e archiviato. Ora la stagione dei biancoblù di Gianmarco Pozzecco procederà step by step, im passo alla volta. Innanzitutto questa è l'ultima settimana "libera" da impegni internazionali, nella quale lavorare in un certo modo in palestra. Ora ci sono in arrivo due gare interne: domenica a mezzogiorno contro Trieste, poi mercoledì ancora al palazzetto contro i lituani del Lietkabelis, nella prima giornata della fase a gironi della Champions Lea-gue. Poi il Banco di Sardegna osserverà il Unno di riposo in campionato legato alla formula zoppa della serie A, che quest'anno ha visto al via 17 squadre. Il prossimo obiettivo è dunque concludere in maniera perfetta questo mini-ciclo, arrivando alla sosta con altre due vittorie. Super Pierre. Curiosando nelle statistiche di queste prime tre giornate di campionato, saltano agli occhi le cifre di Dysha-wn Pierre: l'ala canadese è il giocatore con la migliore valutazione media tra i biancoblù (19,3), sta segnando 13 punti a partita con il 52,2% da 2 e il 50% da 3, 9 rimbalzi e 5 assist. Impressionante anche il plus/minus. +19,3, il primo in assoluto della serie A. A livello di squadra, il Banco ha 4 giocatori in doppia cifra media (Evans, Pierre, Vitali e Gentile), con McLean che segna 9,7 punti a partita e Bilan con 8,3. Gruppo di nuovo al lavoro dopo due giorni di meritato riposo Due giorni di riposo, come promesso dopo la bel la vittoria di sabato a Trento, e da oggi si torna a lavorare con la testa al campionato. Cinque giornate di allenamenti da sfruttare nel migliore dei modi, anche perché l'inizio della stagione del le coppe europee è dietro l'angolo e da quel momento in poi Marco Spissu e compagni viaggeranno e giocheranno molto, e si al leneranno molto meno. Nessun problema particolare in casa biancoblù, con tutti gli elementi del roster che hanno dimostrato di avere già raggiunto una buonissima condizione fisica. Al momento nessun giocatore arriva a 30 minuti di media: lo stakanovista è Dwyght Evans con 29' a partita. Domenica mattina in piazzale Segni va in scena la sfida con la Pai lacanestro Trieste: la squadra di coach Eugenio Dalmasson è ancora a secco, con zero vittorie in tre partite, proprio come Pistoria e Pesaro. Insultati delle ultime due giornate danno ulteriore valore al colpaccio dell'esordio in casa di Varese: la squadra di Caja daquel momento in poi ha fatto favi Ile Straordinario Dyshawn Pierre: il canadese guida laclassificadellaA nelplus/minus ed è ai vertici nelle statistiche relative arimbalzi etiri da3punti Dyshawn Pierre in azione. A destra, i fratelli Stefano e Alessandro Gentile e coach Gianmarco Pozzecco