Il cuore di Marco fa del bene Dalla morte del cestista Solfrìni un progetto sui defibrillatori di FEDERICA PAGELLA DOPO essere stata la seconda città europea ad installare i defibrillatori, nel lontano 1999, Brescia ora punta ad essere la seconda città italiana cardioprotetta. Raggiungere Piacenza, che conta sul territorio comunale 900 defibrillatori, è missione difficile ma non impossibile, considerando che Brescia parte già da una dotazione di 250 strumenti, installati in vari punti. A breve, ne arriveranno altri 51, di cui 10 saranno donati da due associazioni e destinati al centro storico. La quota più consistente, ben 41, la donerà l'associazione di volontariato dedicata a Marco Solfrini, cestista bresciano scomparso dopo un attacco cardiaco. «Le vie del cuore di Marco Solfrini è il primo grande progetto dell'organizzazione di volontariato - spiega il presidente Raffaele Merighi - è il primo mattone per QUANTI SONO Attualmente nel capoluogo sono posizionati 250 strumenti in varie zone rendere Brescia cardioprotetta». Si parte con 12 defibrillatori destinati all'Università degli studi di Brescia, dove, come ha spiegato il rettore Maurizio Tira, proprio qualche mese fa uno studente ha salvato una ragazza praticando la manovra di respirazione cardiopolmonare. SI PROSEGUIRÀ poi con l'installazione di altri vicino alle paline informatizzate dei bus e di Bi-ciMia, grazie alla collaborazione con Brescia Mobilità (azienda in cui pure si è già registrato un caso di salvataggio di un dipendente grazie all'uso del defibrillatore). «Valore aggiunto del progetto -spiega il sindaco Emilio Del Bono - sta nel tavolo di coordinamento, in cui, con l'associazione, individueremo di volta in volta le zone scoperte in cui installare gli apparecchi». Pilastro fondamentale del progetto è anche la formazione, necessaria per imparare ad utilizzare i defibrillatori. «Faremo a breve la formazione di dipendenti comunali e provinciali - sottolinea l'assessore alla protezione civile Valter Muchetti - ma abbiamo anche contattato le associazioni di categoria per coinvolgere i gestori di esercizi pubblici». Domenica 13 ottobre sarà ufficializzato l'avvio del progetto con la consegna di due defibrillatori al sindaco Del Bono ed al rettore Tira durante la partita di pallacanestro tra la Leonessa e Trento. FOCUS Grande atleta Bresciano, Marco Solfrini morto per attacco cardiaco a Parma il 2U marzo dello scorso anno fu atleta di grandissimo livello: il suo nome nella Anni 80, è legato a Basket Brescia e Virtus Roma con cui ottenne molti successi