«Mentalità e calma, così si deve lottare per la salvezza» German Scarone, ex di Treviso e Pesaro, dove si è trasferito, racconta: «A queste due BASKET «Il mio mondo è ancora tra parquet e sacrificio, non più nel basket, ma nel mondo del fitness». Così si racconta German Scarone (foto), che a Treviso sbocciò e a Pesaro giocò invece nel pieno della maturità tecnica. Oggi vive a Pesaro, dove si è trasferito per amore di Annalisa, fa il personal trainer e ogni tanto fa capolino al palasport: «Quest'anno non ho ancora visto giocare la Vuelle, ma prima o poi verrò» promette. Alcuni dei suoi ricordi più belli sono legati a Treviso «che mi lanciò in Eurolega a soli 17 anni perché non potevo ancora giocare da italiano in campionato» e la Coppa Italia vinta nel '94. Con Pesaro invece, ricorda soprattutto «la stagione giocata con un grande campione come Alphonso Ford e quella finale di Coppa Italia persa proprio contro la Benetton nel 2004». Due piazze che segue ancora con affetto: «Sono simili: due città piccole dove il basket è molto importante, vissuto con passione dai tifosi. Nessuna delle due si è arresa quando è caduta in basso, la Vuelle risalendo in appena due anni dalla B, mentre Treviso ha dovuto ricostruire con pazienza. Ma il fuoco è rimasto piazze sono legato da tanti bellissimi ricordi» acceso, tanto che il Palaverde è sempre pieno adesso che la grande ribalta è tornata a distanza di sette anni». Fare un pronostico è difficile «anche se devo ammettere che Treviso in casa sembra avere una marcia in più. Una squadra giovane, che vive di motivazioni». Mentre la Carpegna Prosciutto sta soffrendo: «Ha poca esperienza ma bisogna essere onesti nel dire che ha avuto un calendario tremendo. Il consiglio che posso dare a questi ragazzi è di giocare senza pensare alla classifica, quando si lotta per la salvezza servono mentalità e calma, ce l'hanno fatta tutti gli anni e mi auguro che ci riescano anche stavolta a mantenere a Pesaro la serie A». German è uno che di grinta ne aveva da vendere: «Ora la metto a disposizione di chi vuol stare bene nel suo corpo. Nell'anno nuovo conto di aprire una mia palestra in città». e.f.